Rispondi a: MY GOLF: Diario di Leroi

#23693
LeroiLeroi
Partecipante
  • Offline
    • Messaggi:447
    • Eagle
    Punti: 970

Domenica 1 torno subito in campo per un giro in libertà a Druento, grazie al via libera della moglie e al figlio che è via coi nonni fino alla sera.

La giornata splendida, anche se più freschetta di quello che il sole terso farebbe pensare, e il campo quasi vuoto (4 o 5 singoli, 1 coppia, 3 flight da 4 che aggirerò cambiando l’ordine delle buche) invitano al gioco e agli esperimenti: il primo è che il driver torna in sacca!

buca 1 pr 4: parto con 2 palline, col mini sono a 110 dal green, col driver mi parte un bomba e sono a 70 metri… Solo che a 70 metri devo approcciare, e sto facendo schifo… quindi flappo, poi sono corto, poi finalmente in green, ma scopro che sono sabbiati e umidi, ma veloci. 3 putt e triplo.

buca 2 par 5: driver lungo in pista, ibrido lungo in pista, approccio col pw in green, ma ancora 3 putt. Bogey.

Qui salto i gruppi davanti e vado alla 6; le buche 3 4 e 5 le recupererò dopo girandole due volte di seguito. Le metto qui per “ordine”

buca 3: gancione col driver, e sono in fl a sx. Ritiro, e sono ancora in fl a sx con un altro gancio. Urca. Mini, ma toppo e sono nel terreno in lavorazione davanti al tee rosso. Alzo e vado alla buca dopo.

buca 4: f8 perfetto a 80 cm, birdie

buca 6: driver centrale ben oltre il dogleg, f8 prudente (vento da dietro) ma corto, ci voleva f7, anche contando l’asta a fondo green. Approccio e d2 putt per il bogey.

buca 7: f9 in green, ma di nuovo 3 putt…..

buca 8: f6 a bordo fwy sx per aprirmi il green, pw in green, due putt e par.

buca 9: ibrido lunghissimo, 52° in green, due putt e par

buca 10 (1): driver ancora in centro, 52° in green, ma di nuovo 3 putt.

buca 11: ibrido dritto ma con linea troppo a sx, vola il bunker e sono in rough a s. Ho alberelli davnti, quindi f5 in diagonale sopra il fwy. F9 troppo lungo oltre il green, approccio corto e due putt per il bogey.

buca 12: campanile centrale appena in pista, poi mezzo rattone, poi approccio corto (ferro sbagliato), buon chip ma due putt

buca 13: prima ho fatto birdie, stavolta toppo e taglio il f8 e sono corto 20 mt a dx del green, approccio però molto bene dato, ed è par.

buca 14: da qui si spegen la luce. troppo stanco, due giorni di seguito on ce la faccio. Rattono l’ibrido, poi recupero fino al green ma faccio ancora 3 putt per il doppio bogey 7.

Buca 15: il drive è ancora dritto, ma più corto di prima, e sono dietro il bunker. Ho un f7 all’asta, ma zappo e finisco in bunker. Ne esco, ma sono sul ponte sopra l’OA, sulla terra nuda. approccio in green e due putt per il doppio.

Buca 16: ferro 9 a dx, tra il green e l’enorme bunker da quel lato. Flappo l’approccio, la butto in green ma corta, putt stitico che non sale il gradino del green, e putt da 2 metri per un doppio.

buca 17: f6 dal tee, ma mi va in push fade quasi in fl a dx. Ributto in fwy, approccio bene da 60 mt in asta 2 mt a sx, ma ancora due putt per il bogey.

buca 18: ibrido rattonato che saltella fin prima del bunker sull’interno del dogleg, da lì pw ma corto al green (ci voleva il f9), lob shot che scappa via battendo su un mound, putt dal fringe e tap in per il bogey.

Finisco in 94 colpi.

Bene dal tee, tolto 2-3 black ot. Per me stare sopra il 50% di fwy è un miracolo. ferri come il giorno prima, bene, qualche errore di allineamento di troppo, peggiorati quando le gambe hanno iniziato ad essere meno solide. male gli approcci, uno viene e due no, da praticare. Putt da dimenticare.