Rispondi a: LETTERE ALLA FEDERAZIONE

#30421
Anonimo
Inattivo
  • Offline
    • Messaggi:194
    • Bogey
    Punti: 0

Quando si parla di questo “spinoso” argomento la cosa che mi viene in mente è sempre: ma nei Paesi dove si può accedere ai campi senza essere tesserati sono tutti degli “incoscenti” o cosa? Poi però pensandoci, essendo noi un popolo non propriamente famoso per la civiltà ed il rispetto del prossimo, forse è meglio mettere qualche paletto, per lo meno come minimo controllo a chi può accedere o meno e per tutelarsi se succede qualcosa. La cosa sarebbe secondo me facilmente risolvibile (evitando tutti questi discorsi, le -giuste- lamentele per l’obbligo del tesseramento, ecc.) adeguando i prezzi e le modalità di tesseramento. Per me dovrebbero esistere due tipi di tessera, uno per chi fa gare (molto probabilmente sarà uno che gioca più spesso o comunque più interessato alla parte agonistica di questo sport) ed uno per chi gioca senza far gare, con la seconda che costa la metà al massimo. In pratica tessera agonistica e non, un pò come in tutti gli altri sport. Seconda cosa dovrebbe essere possibile fare la tessera in autonomia, pago via internet e me la spediscono a casa, poi sarò io a decidere se associarmi da qualche parte o giocare solo pagando il green fee. Che senso ha il tesseramento libero, se poi sono comunque obbligato a farmi fare la tessera da un circolo che non ne ha nessuna voglia perché non ci guadagna nulla? (per mia esperienza devi pure trovare qualcuno disposto a fartela la tessera “libera”, nel mio caso non avevo trovato nessuno disponibile in zona).

Bravissimo, assolutamente d’accordo con te!

Aggiungici anche il totale non senso che se fai la tessera in un circolo non puoi più fare il tesseramento libero (e quindi ti tocca comunque pagare anche un eventuale servizio in più, poco o tanto che sia, che non ti interessa)