Rispondi a: MY GOLF: Il diario del Mignuz

Home Page Forum di golf My Golf Il tuo diario blog sul golf MY GOLF: Il diario del Mignuz Rispondi a: MY GOLF: Il diario del Mignuz

#8057
MignuzMignuz
Partecipante
  • Offline
    • Messaggi:731
    • HoG D.O.P.
    Punti: 1.755

9/05/2016

Scrivo un promemoria a più di un mese dall’ultimo aggiornamento.
Qualche gara nel frattempo, in una ho fatto 37 abbassandomi ma la virgola successiva ha riportato l’handicap a 4,4, esattamente al limite della prima categoria federale.
Però ultimamente il gioco c’è, e la gara di ieri è stata forse la più “strana” che abbia giocato, talmente particolare che vale la pena fissare alcuni momenti nel mio diario.

Ho praticato un pò sabato ma senza gara per i postumi influenzali. lo swing c’è, il gioco corto migliora, sono fiducioso.
Domenica è una bella giornata di sole, gara ZEISS organizzata molto bene e con un paio di occhiali da vista come gadget.
Breve riscaldamento e parto.

Alla 1, par 4, ferro 5 in centro pista e un brutto pitch che finisce nel profondo bunker. Uscita da manuale e par.
Alla 2, par 3, pitch in asta ma put per il birdie che sborda.
Buon par alla 3 ma bocgey stupido alla 4, par 4 più facile del campo. Il ferro 9 di secondo va lungo e un approccio che scappa via mi fa fare due put per il bogey.

Le palle volano molto e le distanza sono maggiori del solito.
Par alla 5, nonostante il drive un pò agganciato.
Il gancio comincia ad essere un pò un problema.
Infatti alla 6, par 5, aggancio nuovamente il drive e finisco in ostacolo d’acqua a sx (un fossetto, in realtà): trovo la palla messa male ma gicoabile: pitch che però va a dx vicino adu un altro fosso, ferro 8 che batte in asta ma scappa via, put da 15 metri con varie pendenze che va ad un mt e mezzo, put di ritorno imbucato.

Ecco, con questo par ho pensato alle discussioni del forum relative a: bei colpi VS score. C’è chi preferisce dei bei colpi, io preferisco fare un par ottenuto con 5 colpi di cui 3 brutti, uno accettabile (il ferro 8) e uno bello (il put da 1mt e 1/2).

Alla buca 7, la più difficile del campo (e tra le più difficili che io abbia giocato), faccio il capolavoro. Rescue agganciato leggermente, ma in questa buca può vvoler dire non avere il colpo o finire in acqua. Trovo la palla in rough, ma davanti sulla sx ho gli alberi che mi impediscono di vedere la bandiera. Devo tirare leggermente a destra per poi fare un draw, ma se parte dritta o si apre sono in acqua dall’altra parte….tanto che sono indeciso se buttarla avanti di una ventina di metri a sx per poi tirare il terzo al green. Decido di rischiare: 167 metri all’asta, ferro 6 per rimanere un pò corto e poi perchè è messa male, è il massimo che posso tirare.
Parte un colpo bellissimo, in draw a girare le piante e vedo che va verso la bandiera!
Unico problema: è partito un flyer da paura! Palla che batte DOPO l’asta (167 mt!) e scappa dietro il green.
La trovo 5 mt dopo il green, quasi “sollevata” dal rough, tanto che ho paura di passarci sotto. Studio il colpo, approccio col 54° perfetto…buca! Birdie incredibile.
Par alla 8 e bogey alla 9.
Penso: non devo avere il solito “vuoto” a centro gara, concentrati!.
E infatti, pur con l’ennesimo gancetto col rescue di primo, faccio birdie anche alla 10. Metto la palla in asta alla 11 ma sbordo un birdie che avevo già visto dentro.

Poi, il dramma golfistico, mai vissuto così intensamente.
Vado sul tee della 12 che sono pari al par. Drive agganciato leggermente ma, considerato che mi ero messo per un fade, va così a sinistra che finisco in acqua. Droppo e sono a 100 mt dall’asta, tiro un 50° che prendo troppo in testa e colpisco un ramo di una pianta: acqua di nuovo (ripensandoci, avrei potuto droppare dall’altra parte del fossato, essendo acqua laterale e non avrei avuto l’albero davanti: stupido!). Ridroppo, la metto in asta ma non imbuco: triplo bogey.
Buca dopo par 3, anche se tento di stare calmo, ancora chiusa con il ferro 9 e bunker messa male: prima uscita rimango dentro, poi la metto fuori e due put: doppio.
Buca successiva, par 5 drive push a destra (come volevasi dimostrare), vado a cercare la palla e non la trovo. devo tornare sul tee e chiudo con un altro doppio.

Da pari al campo a + 7 in tre buche: mai successo prima. Specie perchè, tutto sommato, ho sbagliato tre colpi di poco.
Alla buca successiva, la minisvolta: con + 6 salvo la virgola ma la buca sembra mettersi male.
Drive accettabile ma secondo colpo col ferro 7 in push. La palla sembra in bunker, ma riesco a volarlo e mi trovo alla fine del green con bandiera ad inizio. Put di circa 20 mt con discesa e molta pendenza da dx a sx. Primo put molto corto e mi lascio un put da 4 metri in discesa e pendenza. Putto fuori dalla buca di almeno 1 mt, forza e pendenza sono giusti, imbuco. Par.
C’è ancora una speranza.
Al successivo par 3 metto la palla in asta ma faccio il più brutt put della giornata: mi rimane in mano e resto corto di almeno un mt, rischio quasi di non fare apr.
Par anche alla 17 e rimane il par 5 della 18.
Sul tee dico ai miei compagni: “riuscirò a prendere almeno un drive.::” Detto, fatto: drive migliore della giornata, in draw e a centro fairway.
Anche bello lungo perchè l’asta, a fine green, è a soli 177 metri. Ferro 5 spettacolare che atterra a 3 metri dall’asta.
Put solo appena corto per l’eagle e facile birdie: + 6 e 35 punti.
Tra l’altro, terzo netto ma a parimerito con il secondo: sfiorata anche la premiazione.

Contrariamente alle predizioni di sensibile :) il gioco sembra esserci, manca il risultato ma sono fiducioso