Rispondi a: MY GOLF: Diario di Aquila80

#8179
Aquila80Aquila80
Partecipante
  • Offline
    • Messaggi:509
    • Albatross
    Punti: 1.180

29/03/2016

Dopo aver dovuto saltare la gara il 20 marzo per influenza pestifera, mi sono rifatto venerdì 25, complice una giornata di chiusura aziendale.

Volevo andare a giocare a Fioranello, ma non sono riuscito a mettermi d’accordo sull’orario col mio amico di vangate, quindi sono andato al mio circolo dove ho fatto prima un’oretta in CP e poi 18 buche, intervallate da pausa pranzo.

Che dire, non sono andate bene. Non male il driver, accettabile il putt, da dimenticare i ferri…

Facendo un breve sunto della giornata:

1- Misurando i colpi con l’orologio gps mi sono reso conto di essere almeno il 10-15% più corto di quanto pensassi, soprattutto col driver… Va capito se non ero proprio in giornata oppure se le misure che avevo in mente erano immaginarie.

2- In campo la cosa che mi blocca di più, e che mi fa giocare col braccino, è pensare alla distanza che devo fare quando sto per tirare. Non è un caso che il driver vada più sciolto, dato che i 10-20 metri in più o meno al tee shot sono relativi.

3- Nelle belle giornate il sole già si fa sentire. Crema protettiva su collo e braccia non devono mancare.

4- Se hai una palla attaccata ad un albero, e non sei nemmeno in gara, spostala senza problemi. Perchè se tiri rischi di spezzare lo shaft… E se uno shaft nuovo per il pitch costa 70 €, quando tutto il set di ferri usato lo hai pagato 100 €, ti senti un bell’idiota…

5- Dal prossimo weekend si torna a fare lezione