75° Open d’Italia 2018 vince Olesen ma Molinari gioca alla grande

Home Page Forum di golf Mondo PRO 75° Open d’Italia 2018 vince Olesen ma Molinari gioca alla grande

Questo argomento contiene 8 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da Wedge60 wedge60 9 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #24676
    HoG Staff
    HoG Staff
    Amministratore del forum
    • Offline
      • Messaggi:259
      • HoG D.O.P.
      Punti: 195

    Riparte la settimana e ci siamo appena lasciati alle spalle il 75° Open d’italia 2018 giocato al GardaGolf. A imporsi sul campo il danese Thorbjorn Ol

    [Leggi l’articolo completo: http://www.houseofgolf.it/tornei/open-ditalia/75-open-ditalia-2018-vince-olesen-ma-molinari-gioca-alla-grande/]

    #24677
    Wedge60
    wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1473
      • HoG D.O.P.
      Punti: 3.800

    :bandiera: :bandiera:   :bandiera:

    Un Open d’italia che ha di certo stupito per molti fattori, almeno il sottoscritto….

    A primo acchito avevo valutato la posizione di Garda Golf completamente sbagliata, non considerando invece la posizione turistica della zona, anche se il campo di per se poteva essere dislocato in una posizione un pò scomoda la zona di altro prestigio turistico e in grado di attirare un pubblico straniero è stata di certo una carta vincente per attirare pubblico straniero intorno all’Open.

    Il pubblico pagante per altro sarà stato in maggioranza proprio quello straniero, per gli italiani golfisti tessera FIG alla mano e ingresso “gratuito” o meglio già pagato a monte…

    Altro fattore che mi ha stupido è stato il modo di giocare di Francesco, dopo un torneo come quello di Wentworth che lo ha visto vincitore, arrivare ancora così carico e infilare un punteggio così costante su 4 giorni è stato veramente da giocatore di alto livello.

    Peccato che il danese, con un colpo in meno, gli ha strappato la gioia di una doppietta e del 3 Open d’italia perchè se lo sarebbe meritato, ma di certo questo secondo posto è stata un’iniezione di fiducia che lo aiutarà nello US Open…

    In merito alla domanda finale, non sento tutto questo entusiasmo tra chi gioca a golf scaturito dall’Open d’italia, anzi da molti sento solo aria di critiche e negatività intorno al nostro sport….

    Di certo la Federazione, non sta facendo il massimo che potrebbe fare per sfruttare il volano Ryder e far crescere il golf nel modo giusto, ma noi golfisti dobbiamo ugualmente supportare il nostro sport…

    Staremo a vedere se si muove qualche cosa, la parvenza di visibilità che poteva portare la RAI è stata relegata in seconda serata su RAI SPORT e sarebbe interessante sapere quanti sono riusciti a vederla….

    Sky da parte sua ha garantito una copertura massima come sta facendo già da anni…..

    #24678
    MM
    MM
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:175
      • Bogey
      Punti: 490

    Visto dalla tv è stato un gran bel torneo, il campo sembra davvero bello già così, immagino quanto possa essere bello dal vivo.

    Per il successo credo sia in parte merito anche di Molinari, senza di lui a giocarsela fino all’ultima buca forse sarebbe stato meno roboante. Giudicare quanta gente ci fosse in realtà è impossibile dalla tv, anche se le tribune piene fanno ben pensare, aspettiamo di sentire chi è riuscito ad andare.

    Per le differite sulla rai non sarei troppo critico (non le ho viste, com’erano commentate?), è già tanto se hanno fatto vedere qualcosa, d’altronde gli sport che faticano ad arrivare in tv in chiaro sono la maggior parte.

    p.s. Non ho capito le parole di Chimenti intervistato durante la cronaca ieri: a quanto ha detto sarà difficile prescindere dalla Lombardia (per ovvi motivi economici, sempre ci sia ancora l’appoggio con il cambio di amministrazione), ma sarebbe ipotizzabile un passaggio magari in Toscana (per il prossimo Open) prima di Roma. Sarà una boutade come tante altre o c’è qualcosa di realistico?

    #24679
    Wedge60
    wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1473
      • HoG D.O.P.
      Punti: 3.800

    p.s. Non ho capito le parole di Chimenti intervistato durante la cronaca ieri: a quanto ha detto sarà difficile prescindere dalla Lombardia (per ovvi motivi economici, sempre ci sia ancora l’appoggio con il cambio di amministrazione), ma sarebbe ipotizzabile un passaggio magari in Toscana (per il prossimo Open) prima di Roma. Sarà una boutade come tante altre o c’è qualcosa di realistico?

    Sentita anch’io, a mio avviso suonava così:

    “La Lombardia ha messo i soldi per 3 anni di fila, speriamo lo faccia per un’altro anno perchè se non si propone nessun’altra ragione dove lo mettiamo sto cavolo di Open….”

    Io speravo potesse tornare in Piemonte, ma forse dopo la figuraccia fatta del passo indietro il Piemonte si è già autoescluso dalle candidature….

    A mio avviso l’Open sarebbe da usare come mezzo per promuovere l’italia golfistica nel mondo, per arrivare poi a Roma con la Ryder…. va bene fare qualche open a Roma negli anni precedenti al 2022 ma già dal 2019 a Roma no….  :nono:

    #24680
    Dunlop54
    Dunlop54
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:378
      • Birdie
      Punti: 1.020

    Campo troppo poco selettivo che, a mio avviso, ha un po’ falsato tutto l’andamento del torneo. Senza nulla togliere al merito dei partecipanti, basta andare a vedere i risultati dell’ultima giornata dove su 73 giocatori solo 7 o 8 hanno giocato sopra par e dove il peggior risultato tra i primi dieci mi pare essere stato un 67.

    Comunque 4 belle giornate di golf con un pizzico di suspence nelle buche finali. Ottima la presenza di pubblico (spero pagante  :) ) con ottima copertura da parte di Sky e, finalmente, un “segno di vita” anche da parte di mamma RAI.

    #24682
    Mignuz
    Mignuz
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:640
      • Condor
      Punti: 1.270

    Più che campo poco selettivo direi che ormai sono dei mostri.

    è vero: se non fai errori clamorosi e tieni la palla in gioco il campo è giocabile, non c’era rough altissimo e le buche non sono “lunghissime” (per i loro standard, a parte alcune), però effettivamente loro sono delle bestie: buche come la 2, la 11 o la 18 sono davvero complicate eppure loro facevano facilmente par o meglio.

    Senza vento e con i fairway/green morbidi per loro diventa un campo facile.

    Però – dico io – meglio così per lo spettacolo, piuttosto degli us open con campi ingiocabili e dove un colpo perfetto può tramutarsi in un doppio bogey

    #24683
    Dunlop54
    Dunlop54
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:378
      • Birdie
      Punti: 1.020

    Condivido. Meglio avere questi score piuttosto che vedere all’US Open i giocatori andare fuori di testa su di un campo ingiocabile. Ma, come si suol dire, ci sarebbe sempre una giusta via di mezzo… :)

    In ogni caso, un conto è giocare un campo dove un legno 3 al green si ferma in 3 o 4 metri in bandiera e un altro conto è giocare un campo dove un legno 3 non lo fermi. Così anche un “mostro” che è uno o due gradini sotto agli altri riesce a giocarsela alla pari.

    • Questa risposta è stata modificata 9 mesi, 3 settimane fa da Dunlop54 Roberto Russo.
    #24685
    Zaimon75
    zaimon75
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:29
      • Double bogey
      Punti: 65

    Più che campo poco selettivo direi che ormai sono dei mostri. è vero: se non fai errori clamorosi e tieni la palla in gioco il campo è giocabile, non c’era rough altissimo e le buche non sono “lunghissime” (per i loro standard, a parte alcune), però effettivamente loro sono delle bestie: buche come la 2, la 11 o la 18 sono davvero complicate eppure loro facevano facilmente par o meglio. Senza vento e con i fairway/green morbidi per loro diventa un campo facile. Però – dico io – meglio così per lo spettacolo, piuttosto degli us open con campi ingiocabili e dove un colpo perfetto può tramutarsi in un doppio bogey

    Concordo con l’analisi.

    Vederli giocare su un campo dove ci si è giocato spesso fa comprendere quanto si abbia a che fare con alieni.

    Non c’era rough altissimo è vero, ma stiamo sempre parlando di un campo che non perdona tantissimo, dove a lato di ogni

    buca ci sono olivi o cipressi…

    Non parlaimo poi delle distanze che fanno perchè rispetto ad un golfista medio sono veramente qualcosa di imbarazzante.

    #24687
    Wedge60
    wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1473
      • HoG D.O.P.
      Punti: 3.800

    Io anche sono dell’idea di premiare lo spettacolo, sopratutto in Italia dove il golf è ancora molto indietro, vedere giocatori sfondare il muro dei -20 sotto il PAR rende questi fenomeni ancora più fenomeni !!!!

    Per altro, vero che non era un campo difficilissimo ma di “errori” se ne sono visti parecchi, che poi fossero facilmente recuperabili è un’altro discorso perchè il campo corto e non impossibile permetteva….

    Ritornando sui giocatori invece avete visto un certo Jimenez ????  :adorazione:   :adorazione:

    Con l’età che si ritrova ancora lì a giocarsela con tutti…..  :pugnette:

Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Yes No