My Golf: diario di Alby

Home Page Forum di golf My Golf Il tuo diario blog sul golf My Golf: diario di Alby

Questo argomento contiene 105 risposte, ha 15 partecipanti, ed è stato aggiornato da Garu garu 2 mesi, 1 settimana fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 91 a 105 (di 106 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #30151
    Alby
    Alby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1187
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.810

    Hai mai pensato di darti al…….Pitch & Putt?

    :P :P :P

    Spiritoso……….

     

    #30152
    Dunlop54
    Dunlop54
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:410
      • Eagle
      Punti: 1.180

    :lol:   :lol:     :lol:

    #30294
    Alby
    Alby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1187
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.810

    Eccoci qua di nuovo ad aggiornare il diario. Periodo un po’ strano, come scritto nelle precedenti puntate sto litigando con una preoccupante mancanza di distanza su tutti i colpi. Martedì trovo il pro e invece di fare 9 buche in pausa pranzo faccio lezione……

    Un disastro non ci capisco più nulla, mi fa fare dei movimenti (a detta sua esagerati proprio per farmi capire cosa dovrei fare) ma li trovo assurdi e faccio a stento 60 m con un F8, per di più con traiettoria a banana (anzi peggio).

    Sabato vado a fare un po’ di allenamento, dato che domenica c’è l’appuntamento con la gara di amici a cui sono volontariamente costretto a partecipare :)
    Inizio con un gettone e sembra che qualcosa funzioni di nuovo. Provo ad andare in campo ma non finisco la tre (c’è troppo vento e fa pure freddo). Torno in CP e faccio ancora un paio di gettoni con risultati un po’ altalenanti.

    Domenica mattina partenza alle 10.00 (con gara a rischio rinvio per pioggia, alla fine però giocheremo quasi tutto il giro senza quasi bagnarci) e, causa dimenticanza delle chiavi della macchina scoperta davanti al garage, arrivo sul tee alle 9:59 (……..)

    Prima buca (par 4) gioco un ferro 5 senza forzare perché ho ancora il fiatone. Alla fine porto a casa un 6 che va bene dato che sono partito proprio al pelo…
    Buca 2, par 3 piuttosto corto (110 all’asta) gioco un F8 che prende dei rami a destra ma con approccio e due putt porto a casa un bogey.
    Buca 3 i tee sono molto arretrati rispetto al solito, sono 165 m, so che non ci posso arrivare allora prendo un F7 per stare corto davanti ai bunker…Mi viene un colpo da 135 m… controllo di non aver l’orologio impostato in yarde… Approccio lungo e ben tre putt per un doppio bogey
    Buca 4: sbaglio completamente il tee shot con il F5 che finisce, per fortuna, appena davanti ai tee rossi. Due buoni colpi dal FW per arrivare in green dove con due putt chiudo in bogey.
    Buca 5, c’è tutta l’acqua da volare e i battitori del primo giro sono piuttosto arretrati. Prendo un ferro in più per sicurezza e in effetti sono sicuramente lungo. Approccio a correre e due putt per un altro bogey.
    Buca 6 brutto tee shot, e 3 putt finali per un deludente, ma meritato, doppio bogey
    Buca 7 c’è acqua a sinistra e per la paura sto un po’ troppo a destra. Approccio che finisce al fondo del green, lunghissimo putt di avvicinamento e ulteriore putt per il bogey.
    Buca 8 F6 appena davanti al green, putt da fuori e tap in per il par.
    Buca 9, F5 aperto a destra che non sembra tanto male, ma invece è su un piccolo rialzo che mi costringe ad un F8 che parte alto e mi lascia un GW per andare lungo all’asta. Esagero con il putt di ritorno e mi servono ancora due putt per chiudere con un doppio bogey.
    Siamo di nuovo alla 1. Oggi ci sono le doppie partenze, secondo giro tee più avanzati. Faccio però un po’ di pasticci per un altro doppio bogey.
    Buca 11 gioco un F9 appena davanti al green, approccio e putt per il par che ripeto alla buca 12 dove gioco un F7 e un pw (che sbaglio, ma nel modo giusto), il che porta il totale a ben 28 punti (a volte li faccio su tutto il giro, oggi ho invece ancora 6 buche da giocare)
    Buca 13 F5 e F7 per arrivare al green, dove però mi ci vogliono 3 putt per il bogey
    Alla buca 14 sono un po’ corto a destra e dopo un discreto approccio spreco con due putt per un ulteriore bogey.
    Alla 15 sono corto e a sinistra con il tee shot, cerco il green con un colpo a correre che però corre troppo e si infila tra l’erba alta da cui (non) esco con una semi flappa, altro approccino e due putt per chiudere con un triplo bogey 6 (l’unica X della giornata).
    Alla 16 gioco solo un F8 per arrivare davanti al green (non voglio rischiare di volare l’acqua) purtroppo apro il colpo a destra e finisco lo stesso in acqua. Rigioco e prendo un F5 che va lungo (e un po’ a sinistra) da qui un fantastico colpo a correre con il f8 mi fa chiudere con un solo putt per il doppio bogey (in pratica il par con la mulligan….).
    Alla 17 i battitori avanzati del secondo giro sono ad una distanza strana (per me) e purtroppo vado lungo vicino a delle rocce (sarebbe stato meglio prendere un ferro in meno e rischiare piuttosto di stare corto, mi rendo conto che ho sbagliato completamente la strategia). Arrivo sulla palla e scopro che non era poi messa così male come pensavo e riesco comunque a metterla a bordo green (avevo un approccio in forte pendenza) da dove mi servono due putt per chiudere con un bogey e portare il punteggio a 36.

    Mi porto quindi sul tee della 18 pensando che tutto quello che verràa questa buca è “extra” e faccio un buon primo colpo con il F5, poi non riesco ad arrivare al green e sono di nuovo lungo con il terzo, da dove nuovamente ho bisogno di tre putt per chiudere (in pratica buca fotocopia del primo giro) con un doppio bogey che mi vale comunque ancora un punticino per un totale di 37, con cui finisco secondo di categoria (a parimerito con il primo che però prevale per aver giocato meglio le seconde nove).
    E’ una gara su due giri, con somma degli score, quindi la classifica è provvisoria, vedremo al prossimo appuntamento, fissato per il 5 maggio, se riuscirò a ripetermi o se avrò la pressione del risultato….

    #30295
    Wedge60
    wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1504
      • HoG D.O.P.
      Punti: 3.965

    Posso commentare il diario o devo aspettare la prossima gara ??? :lol: :lol: :lol:

    #30304
    Mt14
    Mt14
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:727
      • HoG D.O.P.
      Punti: 1.575

    allora prendo un F7 per stare corto davanti ai bunker…Mi viene un colpo da 135 m

     

    vedi che allora…..

    https://www.youtube.com/watch?v=rdkecMOT1ko

    #30463
    Alby
    Alby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1187
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.810

    Sabato 27, complice una trasferta, potrei giocare in quel di Alessandria, provo quindi a sentire (e ottengo) se a Margara si può avere una partenza presto (non posso fare troppo tardi).
    Finalmente posso giocare tutte e 18 le buche del percorso rosso di questo bellissimo campo.

    Arrivo in campo con un discreto anticipo  (strano…) e dopo un caffé con il segretario, vado sul putting green di pratica per esercitarmi con il putt e cercare di capire questi green che rispetto ai miei standard sono decisamente veloci. In effetti ho qualche problema a dosare la forza per arrivare alla buca o, peggio, a non superarla di troppo…

    Lascio il drive il sacca (tanto mi servirebbe solo per misurare :) ) e come al solito parto con un ferro. Alla buca 1 avrei un facile terzo colpo al green ma purtroppo vado un po’ lungo e mi servono altri 3 colpi per chiudere con un doppio bogey.

    Alla due sbaglio a sinistra il primo e arrivo in green in 5, ma  poi sbaglio un facile putt per il 7 (sarebbe un miseuro punticino) e segno 8 (o X)

    Alle tre mi riprendo, e “sfodero” il legno 5 per un buon tee shot e inizio una serie di tre bogey consecutivi, che interrompo alla 7. Alla 8 purtroppo rovino una buona partenza con il legno 5 finendo in bunker a fianco del green con il terzo colpo, bunker da cui esco malamente lasciandomi ancora tre colpi per chiudere in 7.

    Alla 9 sono con il quarto in green, purtroppo sono lungo, al livello superiore del green, ma l’asta è corta (e al livello inferiore). Un gran putt arriva praticamente sulla buca, ma avendo preso troppa velocità nella discesa salta sulla buca e finisce lungo, devo impiegare altri due putt per chiudere con un triplo che mi vale 16 punti totali (nemmeno così male)

    Alla 10 ho il colpo al green in forte salita, quindi scelgo un ferro in più del dovuto e infatti vado lungo di un ferro :) , purtroppo un altro triplo mi fa capire che il momento “buono” potrebbe essere finito. Alla 11 un doppio avendo sbagliato il tee shot (un bellissimo rattone che fa poche decine di metri nel rough a destra) che replico malamente alla 12 (un facile par 3 da 150 metri). Purtroppo non riesco a recuperare alla 13 dove sbaglio completamente l’uscita dal bunker e mi tocca mettere X

    Alla 14 gioco bene fino al green, ma qui il “famigerato” putting green della 14 di Margara colpisce duramente e segno un 8 (che purtroppo equivale a X non avendo il doppio colpo).

    In 5 buche ho accumulato la bellezza di 3 punti (!!)

    Alla 15 segno finalmente un doppio (per due punti) che però avrebbe facilmente potuto essere un bogey.

    Bogey che finalmente arriva alla 17 grazie ad un ottimo approccio con il quarto colpo. Mentre alla 16 segno un altri triplo dopo che il terzo colpo era finito a destra del green e l’approccio parte troppo veloce e finisce nel rough davanti al bunker (e qui, avendo in mano il putt, gioco questo non avendo voglia di tornare alla sacca… tanto ormai lo score era compromesso)

    Alla 18 sono a 140 metri da centro green, ma la bandiera è corta, provo con un F6, ma sbaglio clamorosamente, praticamente un socket che finisce in out (sfiorando le finestre delle camere della foresteria… per alcuni lunghissimi secondi ho aspettato di sentire il rumore della pallina contro il vetro :down: :down: ) droppo senza convinzione per giocare il 5° ma sbaglio direzione e rimango pure corto, vado a cercare la prima pallina ma non la trovo (peccato, mi aveva tenuto compagnia per 17 buche…) alzo la seconda e vado in green a stringere la mano ai compagni di gioco.

    Alla fine il bilancio è stato di un buon gioco con i ferri (quasi sempre dritti e a distanze tutto sommato accettabili), in miglioramento, per la prima volta, i legni (il legno, un 5 fatto da Giampi), d’altra parte sono stato carente sul gioco corto (tra i 90 e i 20 metri, dove sovente sono andato lungo) e ennesima conferma che devo esercitare il putt su green grandi e mediamente veloci (i green del mio campo sono piccoli e lenti il che facilita molto il gioco, ma ti crea un grosso handicap quando vai a giocare su altri campi).

    Nota sui tempi di gioco. Purtroppo avevamo davanti un match di giocatori di buon livello (tra 4.5 e 0.9 di handicap) che però si sono rivelati decisamente lenti… abbiamo aspettato dalla buca 1 in avanti (considerato che loro tiravano dei drive da 250/270 m avevano una routine e un gioco sul green decisamente lento), alla fine noi chiudiamo in 4h50 circa, rimanendo sempre addosso a quelli che ci precedevano (che invece hanno perso 2 o 3 buche da quelli davanti a loro).

    #30677
    Alby
    Alby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1187
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.810

    Qualche aggiornamento con le ultime uscite (e gare)

    Domenica 5 nonostate un tempo inclemente con fortissimo vento (campo al limite del giocabile) devo fare la seconda “tappa” della gara organizzata dagli amici.
    Parto da “leader” e devo dire che un pochino di tensione c’è… anche se ho buone possibilità per la vittoria finale, in quanto il giocatore che era a paripunti con me non può partecipare, e ho quindi 3 punti di vantaggio sul secondo.

    Il vento condiziona pesantemente tutto il giro (ovviamente non solo il mio ma a tutti i partecipanti) alla fine concludo con 27 miseri punti (uno score molto discontunuo, con 3 par ma altrettante X) che, grazie al fatto che il mio “inseguitore” ha giocato male quasi quanto me, mi permette comunque di vincere la classifica combinata.

    Giovedì scorso un amico mi invita a giocare una tappa Whatsgolf (alla Margherita) e, visto che nel fine settimana precedente avevano cancellato le gare che volevamo fare per maltempo, accetto, anche se lui, per suoi impegni, non può partire presto.

    Partenza quindi alle 12.40 e prima sorpresa: siamo in 4 (generalmente alla Margherita si gioca a 3, ma stavolta troppi iscritti hanno costretto a fare partenze da 4)

    Qualche palla in CP e poi via sul tee della 1, dove con un colpaccio mando la palla in acqua, droppo e chiudo con un bel triplo bogey. Tra un attesa e l’altra riesco a interrompere la fila di doppi con un solo par, chiudendo alla 9 +18 per 16 punti stableford.

    Guardo l’orologio e scopro che siamo in campo da quasi 3 (tre) ore.

    Comincio ad essere stufo di aspettare (praticamente si aspetta sempre…) mi distraggo, mando messaggi a Wedge e Bludiscus… e il mio gioco peggiora decisamente., in pratica lo score delle seconde 9 è  una fila di tripli e croci con solo due bogey infilati qua e la, con un paio di buche buttate proprio via anche a causa del nervoso (ormai stava quasi diventando sera…………) Alla 16 (par 5) il tee shot (discreto) è nel primo rough e da qui faccio una mega zappata con il F6 (mi faccio anche male al polso, lascio cadere il bastone che tocca la palla). Prendo su tutto e me ne vado alla 17. Qui sembra che possa avere l’ultimo sprazzo di bel gioco, e rischio il par facendo invece un’altra X…

    In totale chiudo con 24 schifosissimi punti (di cui, come ho detto ben 16 sulle prime 9) dopo oltre 6 ore!! (6ore e 5 minuiti secondo il mio Garmin), :down: :down:
    Per me sono già tante 5 ore per fare 18 buche, ma 6 sono un’enormità, eppure sembra che per la maggior parte delle persone sia normale. La cosa che più mi ha colpito però è che anche le segreterie alle fine sono abbastanza rassegnate, oltre che convinte che 5h30 / 6 ore sia un tempo di gioco normale.

    Per quanto mi riguarda prima di fare nuovamente una gara (in trasferta) ci penserò attentamente, e soprattutto solo a condizione di avere una partenza presto, quando si riesce a girare in tempi ancora accettabili.

    Per quanto riguarda il “gioco giocato” ho incominciato a introdurre il rescue, che riesco a usare con una certa soddisfazione, nel senso che la palla va generalmente dritta, mentre il drive per il momento mi servirebbe solo come strumento di misura (ma per stare più leggero evito di portarmelo dietro). Questa volta ho avuto anche buone sensazioni dal putt. Rimane quella che è ormai una mia carenza cronica: la distanza.

    #30678
    ELFRER
    ELFRER
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:751
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.480

    salve aby.
    da talebano quale sono :
    primo : orario di passaggio ad ogni buca sullo score ( che dovrebbe essere la normalità).
    secondo : un arbitro alla buca 4 . siete fuori di 5 minuti ? 2 colpi a tutto il fly.
    terzo : un arbitro alla buca 8.non siete rientrati nei 5 minuti ? altri 2 colpi a tutto il fly.
    quarto : un arbitro alla buca 12. siete rientrati in questi cazzo di 5 minuti ?no ? fuori dai coglioni;
    pardon , squalificati.la vita è troppo breve ( in special modo a 67 anni ) per passarla in coda.
    P.S.
    stamane i soliti noi tre ( andrea , tiziano , io 12 /22 /14  di hcp)davanti alla gara , quindi a campo sgombro , partiti 8.30 ,arrivati
    11.45 con cicchetto in club-house alla 9.(benaco-solferino rosso-giallo del s.vigilio).
    P.S.2
    se per tirarla più lunga perdi in precisione , pensaci bene.

    #30680
    Alby
    Alby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1187
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.810

    Mah… la tua mi sembra una misura eccessiva, anche perché le colpe del tempi di gioco lunghi sono anche del campo e della segreteria e quindi dare tutte le responsabilità all’intero flight non è corretto.

    Il sistema di controllo e penalizzazione così com’è impostato sarebbe anche corretto (se sei fuori posizione ti avviso, se non recuperi ti metto sotto controllo e da li in poi penalizzo chi è effettivamente lento), il problema, come evidenziato anche negli USA, è che il problema non c’è :) . I circoli non hanno intenzione di fare nulla, accettano passivamente la situazione.

    P.S.2 ho veramente bisogno di qualche metro in più, vorrei arrivare almeno a 145-150 con un F6

    #30690
    PiOS
    PiOS
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:110
      • Bogey
      Punti: 260

    Nell’ultima gara ho avuto la sensazione che i primi a ritenere normale e piacevole una gara di 6 ore siano la maggioranza dei giocatori. Di conseguenza se non si lamentano la gran parte dei giocatori, perché dovrebbero lamentarsi circoli?

    Secondo la mia modesta opinione, il motivo di questa accettazione, ma soprattutto il ritenere piacevole una gara così lunga, e da ricercarsi nella distorsione del concetto di gara.

    Le gare nei circoli non sono più eventi agonistici tesi alla prestazione sportiva, ma un evento sociale di condivisione, un happening.

    #30692
    Alby
    Alby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1187
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.810

    Nell’ultima gara ho avuto la sensazione che i primi a ritenere normale e piacevole una gara di 6 ore siano la maggioranza dei giocatori. Di conseguenza se non si lamentano la gran parte dei giocatori, perché dovrebbero lamentarsi circoli?

    Hai ragione. Se per i giocatori è normale e accettabile stare delle giornate in campo per una gara che gli frega ad una segreteria di perdere la mia quota gara? Tanto anche se io non vado ci sarà qualcuno che prende il mio posto.

    C’è però un dettaglio: prima erano normali 5 ore, adesso 6 se continua così fra qualche anno diventeranno normali 7, e poi? 8? E una volta giunti a questo punto siamo sicuri che alla maggioranza andrà ancora bene???

    Comunque concordo che la visione del golfista medio della coppa fragola è distorta.

    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi, 3 settimane fa da Alby Alby.
    #30767
    Alby
    Alby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1187
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.810

    Aggiorno con qualche giro in solitaria.

    Giovedì scorso ho un impegno in Canavese e visto che finisco presto provo ad andare al Torino (non ho mai giocato il percorso blu e visto che sembra che il tempo sia bello ne voglio approfittare)

    Il campo si presenta in condizioni spettacolari (in effetti le abbondanti piogge del mese di maggio sommate ai primi, tardivi, caldi fanno molto bene ai campi). Sono da solo (il Torino non è molto frequentato in settimana, mentre il campo pratica è affollato di ragazzi) sul tee della 1 blu. Un bel triplo tanto per rompere il ghiaccio, purtroppo sarà uno dei tanti, solo alla 7 (par 4) riesco a fare un bogey. Non avendo le distanze per arrivare in regulation in green gioco sempre a GIR+1, solo che sovente sbaglio il colpo al green e quindi mi trovo poi ad avere due putt per salvare il doppio bogey (fortunatamente i green non sono velocissimi, anzi…)

    Chiudo la 9 con un +22 lordo (neanche troppo male) Arrivo sul tee della 10 e: sorpresa, buche chiuse.

    Un po’ dispiaciuto perché mi sarebbe piaciuto giocare il percorso blu che non conoscevo, decido quindi di spostarmi sul giallo (per fortuna la 1 non è molto lontana, quindi non ho grossi trasferimenti da fare).
    Di nuovo parto con un triplo bogey… ma riesco a giocare un po’ meglio, con ben tre bogey (3, 4, 6) che mi fanno chiudere alla 9 con un dignitoso +18.

    Alla 10 palla che parte a destra negli alberi (credo… non ricordo bene la conformazione della buca), gioco una provvisoria, ma sbaglio clamorosamente e la butto 10 metri a destra tra l’erba alta (vicino ad un capriolo…) Provo ad andare a vedere se trovo la prima ma niente, unica buca della giornata che non chiudo (non avevo più voglia di tornare sul tee). Unica soddisfazione alla buca 14, par 3 con solo acqua da volare, per paura gioco un F4 che infatti finisce appena lungo ma un buon approccio di ritorno mi lascia un facile putt per il par (l’unico della giornata).

    Alla fine sono piuttosto stanco, anche se il Torino è quasi tutto in piano 27 buche sono comunque una bella “passeggiata” e rimpiango di non aver preso il carrellino. Abbastanza soddisfatto del rescue che non mi ha quasi mai fatto fare grossi disastri (certo che un campo con fw molto larghi aiuta…..), non male nemmeno i ferri medi, da migliorare la precisione sui colpi al green, dato che sovente ho dovuto fare un ulteriore approccio per recuperare da un colpo non perfettamente preciso (come direzione, più che come lunghezza) il che sovente non mi ha permesso di portare a casa un bogey (o al limite un facile doppio).

    #30768
    Dunlop54
    Dunlop54
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:410
      • Eagle
      Punti: 1.180

    Alby ha scritto:

    Alla 10 palla che parte a destra negli alberi (credo… non ricordo bene la conformazione della buca), gioco una provvisoria, ma sbaglio clamorosamente e la butto 10 metri a destra tra l’erba alta (vicino ad un capriolo…)

    Io dichiaravo palla persa e mi portavo a casa…….il capriolo……. :lol:     :lol:     :lol:

    #30769
    Alby
    Alby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1187
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.810

    Già… ma la palla non l’ha nemmeno sfiorato e poi è scappato nei boschi.

    Poi credo che avrei dato un pochino nell’occhio se fossi passato davanti alla club house con un capriolo sulle spalle :)

    #30770
    Dunlop54
    Dunlop54
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:410
      • Eagle
      Punti: 1.180

    Potevi mettergli la sacca a tracolla e dire che era il tuo…..caddy…. :)

Stai vedendo 15 articoli - dal 91 a 105 (di 106 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.