MY GOLF: Diario di DaniUnchained

Home Page Forum di golf My Golf Il tuo diario blog sul golf MY GOLF: Diario di DaniUnchained

Questo argomento contiene 62 risposte, ha 11 partecipanti, ed è stato aggiornato da DaniUnchained DaniUnchained 2 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 63 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #14677
    DaniUnchained
    DaniUnchained
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:618
      • Condor
      Punti: 880

    Sono rientrato nella notte, un resoconto dettagliato spero di farlo domani, o comunque in settimana.

    Purtroppo camminando su e giù sui mounds dell’Old Course mi è venuto un forte dolore tra il polpaccio e il ginocchio quindi ho dovuto giocare zoppicando rivedendo un po’ i piani; sabato e domenica ha fatto capolino il sole ma il vento è aumentato ancora d’intensità, con 25/30 mph fisse e folate anche a 40 mph secondo i locals.

    Volevo giocare l’Eden sabato ma c’era una competition, idem sul Jubilee, lo starter del New Course mi dice di passare dopo alla mezza e vede di trovarmi il posto; c’è meno gente del previsto e mi fa subito giocare insieme ad un professore americano arrivato 2 minuti prima di me anche lui da solo, quindi partenza a freddo e via par alla 1 con forse il miglior tee shot della settimana. Da li tutto un calando, con solo un altro par e 95 colpi totali; il vento è veramente forte, quasi sempre di traverso o contro e il dolore alla gamba non aiuta. Il campo è un po’ più stretto dell’Old, sempre con tanti dossi e bunker, imbuco qualche put in più ma sempre pochi, nel finale mi diverto con qualche colpo, tipo alla 14 ero su una gobba con il secondo a 57 metri dall’asta, con tutta discesa davanti e 2 gobbe ho tirato il put e l’ho messo ad altezza bandiera 3/4 mt a sx dell’asta :)

    Alla 18 dopo 3 colpacci ho fatto approccio a correre col 7 da 80 mt messo dato. Campo divertente ma come detto da Mignuz non vale i 75£ del fee.

    Domenica avevo in programma di andare a Kittocks (solo 35£ qualsiasi orario invece che 95), ma è un campo lungo e difficile anche se con viste spettacolari, zoppico ancora, il vento è forte e voglio fare almeno un birdie in Scozia quindi decido di andare sul campo più facile e corto, lo Strathtyrum Course (30£), par 69 con tanti par4 corti e pochi bunkers. Parto da solo che c’è poca gente, alla 4 arriva finalmente il birdie mettendo un f8 a correre da 50 mt a 1 metro dall’asta. Alla 7 raggiungo 3 ragazzi locali e mi unisco a loro, sono lentissimi e arriva pure il marshall a farci sapere che si son lamentati dietro, ma tanto avevo tempo da far passare. Male di nuovo sui green (38put), nelle seconde 9 non riesco quasi più a camminare, lo gioco in puro links, sempre colpi a correre anche da 70/80 mt, il mio gioco preferito e al 4 giro ho preso abbastanza le misure :) Qualche buon colpo col mini drive finalmente, un paio di buche a vuoto come sempre, riesco a stare sotto i 90 (87), anche se a livello di punti è il risultato peggiore della settimana ma non importa, le sacche non stavano in piedi e in certe buche mi ballava la palla sul tee :)

    #14679
    Leroi
    Leroi
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:441
      • Eagle
      Punti: 940

    Bravo Dani!

    peccato per il meteo, ma molta invidia

    #14684
    Pigi47
    Pigi47
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:918
      • HoG D.O.P.
      Punti: 1.875

    Peccato per il meteo, ma ti rifarai alla prossima. Sicuramente ci tornerai.

     

    #14691
    DaniUnchained
    DaniUnchained
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:618
      • Condor
      Punti: 880

    Beh, alla fine non posso lamentarmi troppo del meteo; giovedì era impossibile, gli altri giorni con vento fortissimo ma in Scozia è difficile non trovarlo, certo per essere giugno poteva andarmi meglio.

    Questi son due video di sabato sul New Course, e non rendono ancora l’idea della forza delle raffiche.

    https://www.youtube.com/watch?v=N-fdvEIPnKk

    https://www.youtube.com/watch?v=zyZiZX-f5wg

    Giocare sui links a me è piaciuto molto, è molto diverso da giocare sui campi dove siamo abituati; serve molta più immaginazione nel giocare i colpi e ovviamente serve esperienza per capire e regolare il rotolo della palla, l’incidenza del vento e soprattutto la capacità di fare lo swing nel vento; con raffiche di questo tipo un backswing completo è quasi ingestibile e quindi serve giocare in maniera diversa, secondo me. Senza vento diventano campi molto più facili dei nostri, a parità di livello (ovviamente non si può paragonare l’Old o il New Course ad un campo di un circolo di basso livello, ma ad un campo da tour come Royal o Milano ecc)

    Inoltre con tutti i bunker e i dossi che ci sono in certi campi (non in tutti), l’incidenza della fortuna è maggiore, perché rotolando tanto i colpi molti più rimbalzi incontrollabili entrano in gioco.

    Pigi sul tornarci non so, una vacanza golfistica breve e intensa così forse non fa per me, magari in maniera diversa stando più giorni e giocando meno si, ma ci son tantissimi links sparsi per il mondo non solo in Scozia.

    • Questa risposta è stata modificata 2 anni fa da DaniUnchained DaniUnchained.
    #14693
    Mignuz
    Mignuz
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:673
      • Condor
      Punti: 1.440

    senza vento diventano campi molto più facili dei nostri, a parità di livello (ovviamente non si può paragonare l’Old o il New Course ad un campo di un circolo di basso livello, ma ad un campo da tour come Royal o Milano ecc)

    Beh, in realtà sono campi effettivamente “facili” in assenza di vento: zero acqua, zero alberi e se si conoscono le “trappole” dei bunkers li si evitano.

    Concordo che sono campi “diversi” in cui si deve giocare un golf “diverso”: io stavo cominciando a divertirmi verso gli ultimi giorni :)

    una vacanza golfistica breve e intensa così forse non fa per me, magari in maniera diversa stando più giorni e giocando meno si, ma ci son tantissimi links sparsi per il mondo non solo in Scozia.

    A me invece è piacita molto la vacanza golfistica concentrata e spero di rifarla a breve.

    E conto di tornare lì per due motivi: giocare l’old in condizioni umane (fai conto che l’ho giocate nelle tue condizioni di giovedì  :P  ) e poi perchè mi è proprio piaciuto l’ambiente.in autunno mettono la tratta Treviso – Edimburgo: adios! :lol:

    #14723
    DaniUnchained
    DaniUnchained
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:618
      • Condor
      Punti: 880

    Chiudo il racconto del viaggio a St. Andrews con l’hole by hole del giro sull’Old Course, cercando di ricordare il più possibile.

    E’ venerdì 30 giugno, tee time alle 12.40, ci son 13° con vento previsto intorno alle 25 mph e raffiche fino a 40mph. Tra notte e mattina ho dormito circa 1hr30 e passato 4 ore in piedi al freddo a fianco all’Old Pavillion ma sul tee della 1 mi sento ok. Pratico un po’ sul putting green ma non riesco a prendere le misure, troppo veloci rispetto alle mie abitudini.

    Gioco con un americano scratch (che dirà 3 parole), la moglie più alla buona e un altro americano 5 di hcp che è arrivato a far la coda poco dopo di me all’old pavillion (con la moglie che gli fa da caddie), più alla buona e simpatici.

    Il mio caddie si chiama Chris, ha sempre la battuta pronta ed è al secondo giro di giornata; gioco per la prima volta con un caddie e non sempre è stato un vantaggio, all’inizio è molto attento a tutto poi anche lui si distrae un po’ ma ha reso comunque la giornata divertente e leggera.

    I due yankee partono dai bianchi (per le prime 3 buche), un ibrido in mezzo al fw il primo, un drive quasi nello Swincan Bridge il secondo, tocca a me sono molto meno nervoso di cosa pensassi dopo aver visto tanti colpacci dal tee, il fairway è infinito e l’out a destra manco si vede

    b1 Minidrive dritto e basso (costante di giornata), cerco il tee e non la guardo più; arrivo sulla palla e sono il più lontano, l’orologio dice 226 mt (colpo più lungo dell’anno per me); circa 100mt all’asta corta, vento contro e di traverso; son a metà tra un pitch e un 9, Chris mi dice soft9, eseguo e palla in green un po’ chiusa a sx. put da 4/5 mt in discesa la forza è giusta ma la chiudo un po’ a sx, mi rimane un tap-in per il par e sono super soddisfatto, par alla 1 sull’Old Course :)

    b2 Mini basso che rotola nella parte sx del fairway; asta corta a destra con vento contro, legno5 chiuso a sx sempre molto basso, batte in discesa e rotola per chilometri; troviamo la palla a fianco al bunker a sx del green della 16; pitch a correre sulla gobba prima della grossa discesa, palla che si ferma circa 4 mt dopo la buca. Put in salita che mi parte troppo forte, centra in pieno la buca e salta fuori quasi un metro oltre, imbuco il put di ritorno per il bogey 5

    b3 Questa buca non so perchè non me la ricordo; mi pare un brutto mini chiuso a sx finito in rough; poi un f6 anche questo a sinistra e 2 put per il par ma non ricordo assolutamente da quale distanza. Cmq sono a +1 dopo 3  :dimenticato:

    b4 Lungo par4 con bunker a dx e gobbe a sx; mini dritto e basso in mezzo al fw, legno5 di nuovo basso e chiuso a sx con asta corta a destra; mi lascio un put da 15 mt con 2 gobbe e bunker dopo la buca; la colpisco bene ma piano e rimango una spanna corto sulla seconda gobba; altro put in discesa che va a mezzo metro e chiudo in bogey.

    b5 par5, sempre vento contro, mini a centro pista, legno5 chiuso a sx evito il bunker e per un metro non vado in un fosso con rough alto; 60 mt all’asta corta a dx, 50° a 3/4 che chiudo a sx, peccato perchè la forza era giusta. Put in discesa sx/dx da circa 8 mt; anche qui la tocco piano e rimango un metro corto, push con il secondo put e bogey 6, davvero sprecato.

    b6 mini orrendo basso e verso sx che passa per un pelo la gobba di rough (c’è uno spotter) e alla fine fa quasi 200mt col rotolo; f6, miro tanto a dx non son ben in equilibrio e quasi manco la palla, che fa cmq una 70ina di mt di rotolo. 50 mt all’asta, c’è una valle davanti e la bandiera corta, andrebbe fatta correre ma mi ispira un mezzo colpo col 50° che eseguo alla perfezione, la palla batte subito dopo la gobba e va verso la bandiera, sta per entrare ma fa il pelo alla buca e si ferma un metro dopo. put per il par che dopo il push della buca prima chiudo a sx e altro bogey buttato :(

    b7 sul tee l’americana che avevo conosciuto nella notte di attesa all’old pavillion mi chiede se non son ancora andato in un bunker, subito la cazzio per la gufata ma non basta.. Mini brutto e teso a sx, palla in rough molto più bassa dei piedi, devo solo far 100mt di volo per passare il bunker, prendo un ibrido5 ma la colpisco male e parte tesa diretta in quel mega bunker, ovviamente contro la sponda

    Tiro indietro, per paura di star dentro do una bella botta e vado 50 mt indietro; la sabbia è molto diversa dalla nostra, pochissima sabbia e terreno duro subito sotto. Qui devo aspettare un bel po’ perché si incrocia con la 11 e c’è gente sul tee, i miei compagni di gioco proseguono e finiscono; son a 100 mt con vento contro prendo il 9 ma ho gente a dx e sx che aspettano 30 mt davanti a me, ho paura di centrare qualcuno e faccio un mezzo colpo che arriva comunque ad altezza bandiera. Put da un paio di metri sbagliato e primo doppio bogey di giornata.

    b8 par3, si gira vento a favore e verso dx, asta corta ferro8 pullato a sx, rimane corto nel rough, ho davanti una grande gobba e green tutto in discesa ma ottimo lie; il flop è l’unica opzione, colpo perfetto la palla prende meno discesa del previsto e rimango 3/4 mt corto, due put e bogey.

    b9 corto par4 con cespugli a sx; altro brutto mini basso e chiuso a sx, rimango però in rough distante dai cespugli; ho ancora 100 mt all’asta, Chris mi dai il pitch faccio qualche prova ma non sono convinto dato che il lie non è dei migliori; con l’esperienza dei giorni seguenti sui links avrei tirato un colpo a correre col 7, invece faccio top con il pitch la palla rotola e finisce 20 mt oltre, di nuovo in rough; f9 a correre perfetto e put da  1 metro per il par che finalmente entra (unico 1 put di giornata), chiudo in par

    Finisco le prime 9 in 43 colpi (+7), con 3 par , 2 soli colpacci e almeno 3 put imbucabili mancati malamente.

    b10 altro corto par4, decido di tirare il drive, volevo provarlo almeno una buca; miro tutto a dx (ostacoli sono solo a sx), ovviamente la chiudo a sinistra ma rimango nel primo taglio a un passo dal fairway; asta corta a sx, f9 un po’ aperto che sembra lontano ma trovo ben messo a circa 4 metri dalla buca; altra occasione da birdie, non voglio stare corto come le altre volte e finisco due metri lungo con la palla che passa sul bordo destro; put di ritorno di nuovo sul bordo e bogey5 che mi fa arrabbiare ed è un preludio al solito passaggio a vuoto.

    b11 par3, asta corta a sx, vento forte di traverso verso sx (dove c’è l’out) e un po’ contro; devo fare almeno 160 mt, Chris mi da l’ibrido5, che però ho la tendenza ad agganciare e se mi succede è out assicurato, l’americano prima di me è rimasto in campo per poco. Non sono convinto, vorrei tirare il 6 anche a costo di star corto… vado ugualmente con l’ibrido mirando molto a destra, non finisco il colpo e il colpo è teso e verso destra, nel mega bunker dove ero già finito alla 7 (non l’avevo neanche visto, guardavo solo a sx)… di nuovo contro sponda, tiro indietro anche stavolta una botta che fa 50 mt e invece di essere a fianco al green sono 50 mt indietro; son dritto all’asta ma c’è un mound di rough e non posso far correre; flappa col 50° che arriva sul mound e torna indietro, provo a fare pitch sempre col 50, altra mezza flappa che rimane nel rough per mezzo metro; approccio dal rough lungo, put da 6/7 mt in discesa che non vede manco la buca e quadruplo bogey 7 :(

    b12 corto par 4 con mini bunkers in mezzo al fairway, che però dal tee non si vedono; qui diventano evidenti i segnali della stanchezza notturna e della lucidità ormai perduta; so benissimo che ci sono questi bunker, il caddie mi dice di tirare a sx nel rough, io vedo solo il bunker lungo davanti al green e oltre a non mirare abbastanza a sx tiro il mini più dritto della giornata; ovviamente mezzo rattonato e teso ma fa abbastanza strada da finire dentro; qui il caddie mi ha anche un po’ abbandonato, distratto da altro non ha guardato minimamente dove miravo. Nel bunker devo tirare indietro, memore delle botte di prima ci vado piano esco dalla sponda e torno dentro, qui parte l’attacco di nervoso e tiro due botte contro la sponda (senza uscire), il caddie torna a fare il suo lavoro ed esco al quarto tentativo. Ho ancora strada da fare e continuano i disastri; flappa col f8, asta corta dietro ad una gobba non mi fido a farla correre, buon 56 che batte in green e va lungo, primo put da fuori green che va lungo, altri 2 put in green, segno 7 abbuonandomi 3 colpi dal bunker del nervoso   :down:  Son 7 colpi persi in 2 buche e la chance di stare sotto i 90 praticamente andata.

    b13 il vento comincia ad essere molto freddo, son super arrabbiato, la buca è un par4 difficile con 3 bunker in mezzo al fairway; tiro forse il miglior tee shot di giornata, mini drive dritto nella parte destra, sempre basso; son in fw, asta corta a dx, vento sx-dx miro un po’ a sx col f6 e faccio pull; mi rimane un put da oltre 10mt in discesa, colpisco male e rimango corto e a sx, chiudo in bogey 5.

    b14 par5, difficoltà 1, cominciano a mancarmi le energie; mini rotolando a sx ma ma salvo in fairway; non ho i metri per volare il rough, opzione è un corto layup a dx o uno più lungo con tanto spazio a sx; andiamo con il legno5 a sx, e per la prima volta in giornata faccio slice e la palla comincia a girare in direzione dell’hell bunker, che per chi non lo conoscesse è questo qua

    La palla si ferma in rough, 4/5 metri prima del bunker, palla più bassa dei piedi, asta corta a dx, miro un po’ più a sx e chiudo il colpo teso a sx.. la palla rotola e rotola facendo la barba a 4 piccoli bunker del fairway e a quello del green. Finisco in green, a circa 25 metri dalla bandiera… mi rimane questo comodo put per il birdie :)

    La bandiera è nella solita posizione di WGT, ci scherziamo sopra ma conosco il put alla perfezione e la metto data (50 cm corto) per un facile par ahah… il caddie se ne esce con la frase del giorno “Your game makes no sense”, che mi fa molto piacere :)

    Inizia a piovere, l’ambiente diventa molto più goliardico, la concentrazione è andata e le risate si sprecano, almeno non penso al dolore al polpaccio che inizia a far capolino dopo tutti sti su e giù su questi mound che sono estenuanti.

    b15 par4, push dal tee con il minidrive, è il primo di giornata ed è il classico segno che ho finito le batterie, perché smetto di ruotare in avanti, il rough è un alto in quel punto, a sx ci son tutti mini bunker, Chris mi dice ci andare dritto sulla destra ovviamente chiudo completamente la faccia del bastone con l’ibrido e vado tutto a sx dritto in uno dei mini bunker. la palla questa volta non è contro la sponda, è entrata probabilmente con l’ultimo giro ed è però a mezzo metro dalla sponda dietro del bunker; riesco a fare lo swing ma solo andando molto verticale, se no tocco. Qui non ho voglia di tirare laterale, sono a 50 mt dal green, decido di tirare verso il green; gli altri caddie si radunano intorno per vedere che combino, Chris scommettete la sua fee che rimango dentro, tiro una botta col 50°, prendo la sponda e la palla esce dal lato sx tra le risate generali. Tiro un bel colpo di quarto verso il green ma la pioggia ha già rallentato e rimane incredibilmente sulla sponda; il primo put va lungo ma finalmente ne imbuco uno di ritorno da 2 metri per il doppio bogey 6

    b16 corto par4, buca memorabile del giorno; fuori limite a dx, fairway stretto pieno di mounds, fila di bunker sulla parte sx; Chris mi dice di mirare 50 yds a sx, e di andare nel rough che tanto è basso, mi addresso li, e il colpo mi parte alto (primo e unico di giornata) in push-fade diretto sul centro del fairway, PERFECT mi dice Chris, just what we talked about… ovvero l’esatto opposto… qui ho messo il video per farsi due risate del mio orrido swing on the “Tiger’s line”

    https://www.youtube.com/watch?v=nMS49enrNZk

    Non ricordo la distanza all’asta, ma è un f7 pieno per me, colpo perfetto (shot of the day), dritto come un fuso, alto, palla in bandiera 2 mt a sx. Put in discesa praticamente dritto, in leggero sx dx, la forza è giusta ma parto subito fuori linea a dx e la palla si ferma 5 cm a dx, occasione da birdie mancata :(

    b17 il tee shot più temuto; ho tirato tutta la giornata quasi rasoterra, è impossibile che passi il capanno che c’è a sx dell’hotel, decido di mirare verso il rough a sx, e giocarla in tre.. ovviamente la palla mi parte in push a dx, alta abbastanza da passare il capanno di 1 metro o poco più. La linea sembra buona perchè la palla sembrava curvare verso sinistra, sono convinto di trovarla in fairway dall’altro lato ma probabilmente ha colpito il muretto e si è fermata tra i cespugli dell’hotel :(

    Non avevo tirato la provvisoria, droppo dal rough come fosse OA, son ancora lontano F6 in mezzo al fairway che pende verso sx e si ferma in rough tra i 2 bunker; 40 mt alla bandiera corta vicino al bunker, con la road dietro; faccio un piccolo colpo a correre con il f7, un po’ aperto a destra buon primo put che si ferma a un palmo dalla buca e segno 6.

    b18 la vista è fantastica, miro ovviamente a sx e tiro il peggior tee shot di giornata, basso, sfioro il cespuglio, passo il ruscello non so come e alla fine rotolando rotolando verso dx faccio 180 mt con la palla che si ferma a 3 metri dalla staccionata di destra

    Non posto il video per pietà, son cmq in fairway, asta lunga a sx, circa 200yds mi dice Chris, io voglio tirare un ibrido corto davanti, lui insiste per il legno5, l’americana che mi aveva gufato sul bunker mi dice di tirare ad imbucare per l’eagle ahah, la colpisco bene, non alta ma non rasoterra, in leggero draw a fianco delle mega gobbe, la vediamo rotolare verso il green, tirano gli altri, mi avvicino e la trovo in linea con la bandiera un paio di metri corta.. incredibile.. ho ancora un’ultima occasione per il birdie… Chris mi dice di mirare due palline a dx, mi allineo bene, tutta la giornata ho sbagliato stando sopra la pendenza datami dal caddie perché tiravo troppo forte, devo arrivare con i giri giusti e ovviamente me ne mancano un paio per arrivare in buca con la palla che scende tantissimo negli ultimi centimetri.

    Chiudo alla fine in 92 colpi (29/30pti stableford, non so se gioco 12 o 13) con 6 par, ben 9 green presi e 39 put :(  Manco i miei due obiettivi (girare sotto i 90 e fare un birdie) ma non importa assolutamente.

    E’ stata una giornata fantastica nonostante le ore di attesa al freddo per poter scegliere il tee, poteva andare meglio ma poteva andare anche molto peggio, dopo il passaggio a vuoto di 11 e 12 lo score è diventato irrilevante; avessi giocato qualche links in più prima e dormito qualche ora in più la notte son sicuro di poter giocare questo campo tra gli 80 e gli 85 colpi, quindi va benissimo così :)

    #14724
    Aquila80
    Aquila80
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:475
      • Eagle
      Punti: 995

    Bellissimo racconto, mi sono sentito per un po’ nel vento gelido scozzese!

    #14730
    Pigi47
    Pigi47
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:918
      • HoG D.O.P.
      Punti: 1.875

    Concordo,con Aquila. Mi viene voglia di provare, peccato che non ho l’hcp giusto e se mai ci arriverò sarò decrepito.

    #14735
    DaniUnchained
    DaniUnchained
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:618
      • Condor
      Punti: 880

    Grazie per aver letto il poema :) Beh Pigi l’handicap giusto serve solo per l’Old Course, sugli altri campi non è necessario.. Ovvio ti perdi la “storia” del percorso.

    #14738
    Mignuz
    Mignuz
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:673
      • Condor
      Punti: 1.440

    Bel racconto.

    Ma leggo che hai passato la notte all’old pavillion? :vetro:

    A che ora sei andato a chiedere?

    arrivando ad orari “mani” (dalle 8 in poi) non avresti trovato posto secondo te?

    #14739
    DaniUnchained
    DaniUnchained
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:618
      • Condor
      Punti: 880

    Bel racconto. Ma leggo che hai passato la notte all’old pavillion? :vetro: A che ora sei andato a chiedere? arrivando ad orari “mani” (dalle 8 in poi) non avresti trovato posto secondo te?

    Farò nei prossimi giorni un articolo sulle modalità di gioco passando dall’old pavillion; la registrazione apre alle 6, loro consigliano di andare verso le 4, il giorno prima di possono vedere quanti posti liberi ci sono e a che ora (erano sui 20 per venerdì); io mi son messo la sveglia alle 3.30, ma non riuscivo a dormire x via dei gabbiani e quindi son andato giù verso le 2.10 (stavo a 3 minuti a piedi); un secondo è arrivato alle 2.45, poi la maggior parte tra le 3 e le 4 (una quindicina); è arrivato ancora qualcuno verso le 5.30/6 quindi si poteva giocare anche arrivando a quell’ora. Però i primi in line scelgono il tee time e la maggior parte dei liberi erano tra le 7 e le 8, quindi arrivando alle 8 era dura giocare ma scendendo alle 6 si.

    Il giorno prima, con pioggia e vento e 10° anche andando alle 11.30 trovavi posto, son andato a chiedere e mi han detto che tanti cancellavano. Son passato anche a vedere il sabato verso le 11 del mattino, c’erano ancora 3 posti sparsi verso le 17 ma erano dei “local” e quindi non potevi avere il posto garantito ma dovevi tornare e chiedere ai 3 se ti fan giocare o no.

    Anche il sabato il primo è arrivato verso le 2, ho letto su twitter di gente andata all’1 o prima…

    • Questa risposta è stata modificata 2 anni fa da DaniUnchained DaniUnchained.
    #14743
    Alle_Uhr
    Alle_Uhr
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1173
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.290

    Comunque quei bunker sono impressionanti… :vetro:

    #14744
    MM
    MM
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:181
      • Bogey
      Punti: 520

    Aspettiamo l’articolo molto curiosi Dani, ma quindi per capire: sei andato li alle 2 e hai aspettato li fino alle 8 che aprissero per prendere il posto?? :ko:

    #14749
    MM
    MM
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:181
      • Bogey
      Punti: 520

    Stupenda esperienza comunque, grazie del racconto. Forse organizzata come Mignuz con un gruppo di amici è più piacevole la parte della giornata extra golfistica/turistica, ma per chi preferisce giocare in solitaria (io sono uno di quelli) organizzato così hai reso il tutto più “misticamente golfistico” :)

    Mettendo insieme i vostri due racconti noto che non sono campi per tutti proprio per le condizioni meteo, cioè sarebbero campi giocabili in condizioni meteo buone, peccato le condizioni non siano mai buone (ma probabilmente il bello e “il mito” di questi campi è anche dovuto a quello).

    #14751
    DaniUnchained
    DaniUnchained
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:618
      • Condor
      Punti: 880

    Aspettiamo l’articolo molto curiosi Dani, ma quindi per capire: sei andato li alle 2 e hai aspettato li fino alle 8 che aprissero per prendere il posto?? :ko:

    Aprono alle 6, il primo tee time è alle 6.30 in questo periodo. ci sono delle panchine e degli heaters sopra le panchine (c’è un pulsante da schiacciare per accenderli); peccato che quella notte ci fosse un vento forte proveniente dal mare misto a pioggia e che le panchine fossero da quel lato; stando dall’altro lato della struttura si era protetti dal vento e dalla pioggia ma toccava stare in piedi.

    Ovviamente organizzato in 4 come ha fatto Mignuz è meglio, ma ovvio se non prenoti 1 anno prima non puoi giocare in 4 assieme sull’Old Course.

Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 63 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.