Proposte alla federazione

Home Page Forum di golf Generale Proposte alla federazione

  • Questo topic ha 27 risposte, 12 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 2 anni, 9 mesi fa da MMMM.
Stai visualizzando 13 post - dal 16 a 28 (di 28 totali)
  • Autore
    Post
  • #19934
    FalkFalk
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:132
      • Bogey
      Punti: 75

    Punto 3 di wedge : ma ti immagini 20/30 bocia urlanti ogni settimana o quasi in un circolo esclusivo come Milano o Varese? I soci fanno una rivolta popolare e li cacciano col forcone.

    Punto 6 di wedge : mi sa tanto di camioncino che vende le arance a bordo strada. Sto poveretto che nessuno caga li in piedi col suo gonfiabile e cartelli ad aspettare che qualcuno passi. Avrebbe invece molto più senso una cosa come ai punti 5 e 7.

    Punto 10 : irrealizzabile. La Federazione conta come il due di briscola in questi casi. Ogni circolo fa e farà di tutto per accaparrarsi quote : ed è giusto che se io mi iscrivo ad un circolo esclusivo mi aspetto un certo servizio e trattamento e se mi iscirvo ad un campo pratica un altro: Il signor X ,socio storico al Milano non penso sia felice di vedersi paragnato,a livello di servizi o trattamenti, al signor Y proveniente da un circolino di 6 buche solo perchè è convenzionato al Milano.

    A tal proposito un mio carisismo amico iscritto da un anno ad un circolo famoso qua in zona  con la quota promo. Più di una volta gli è giunto alle orecchie che dei soci storici e (molto) paganti di quel circolo si siano lamentati che lui/loro con la quota promo abbiamo gli stessi diritti e servizi di loro storici. Se ci sono questi pensieri all’interno delle stesso circolo….figuriamoci a livello nazionale o regionale.

    Secondo me così facendo però si rischia di tirarsi la zappa sui piedi : ormai la gente vede il golf come sappiamo tutti . Troppa promozione può annoiare. Io penso che se la gente vuole provare il golf  ha tutti i mezzi per documentarsi :  va e prova o per lo meno chiede. Io trovo giusto ci siano circoli storici molto esclusivi (cito ancora Milano o Varese,qua in zona) dove se vuoi farne parte paghi tanto e accetti le loro regole. Un po’ come la R&A a St. Andrews : se non sei socio non entri in club house. Punto.  Ed è giusto così.

    D’altro canto devono esistere circoli più friendly (la maggior parte,a dire il vero)con quote più abbordabili,sono d’accordo. Da noi il golf non potrà mai essere uno sport di “massa” indipendentemente dalla promozione che si farà o che si vorrebbe fare. I bambini,a meno che siano figli di golfisti, vorranno sempre giocare a calcio e le bambine magari ,la butto li, fare ginnastica artistica o danza.

    Potrò sembrare antipatico ma questo è il mio pensiero.

    #19935
    CoccoBillCoccoBill
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1181
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.685

    Falk, tu dimentichi la pigrizia insita in ogni persona.

    La gente non vuole informarsi. Se non gli porti a casa la possibilità di scoprire il golf, loro non vanno a cercarlo.

    A me piaceva il golf quando avevo 20 anni, ed allora non potevo permettermelo. E come ho scritto alla federazione, ho scoperto i campi nuovi solo per botta di fondoschiena, perché con la promozione fatta, almeno dalle mie parti, per me il golf era ancora quello degli anni 80.

    #19940
    LeroiLeroi
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:447
      • Eagle
      Punti: 970

    Premesso che sono abbastanza d’accordo con Falk, provo ad allargare il discorso.

    Ci sono circoli esclusivi e circoli più spartani; quelli esclusivi saranno sempre esclusivi, a meno di tracolli finanziari, quelli spartani rimarranno tendenzialmente spartani.

    Il problema è che lo “spartano” di un circolo di golf, non lo è in valore assoluto. Il golf è abbastanza caro, anche nelle sue versioni più economiche. Bisogna quindi abbassare i prezzi, prima ancora che le barriere burocratiche all’entrata – che comunque vanno riviste, l’hcp 54 è qualcosa ma non abbastanza, e questo è proprio il terreno della federazione.

    Come? oggi c’è un circolo vizioso: pochi golfisti, quindi costi alti, quindi pochi golfisti.

    Dato che non sembrano esserci i presupposti – socioeconomici, culturali – perchè i pochi golfisti italiani diventino improvvisamente tanti golfisti italiani, l’unica è recuperare altri golfisti non italiani. Esattamente quanto successo in molti altri settori merceologici: se il mercato italiano stagna, esporto, o internazionalizzo. Perchè l’alternativa è chiudere e delocalizzare…. ma spostare un campo da golf è un po’ più difficile che spostare un call center o una fabbrica.

    Quindi serve incentivare il turismo golfistico. Questa è una delle grandi pecche della ns FIG; non aver fatto nulla di nulla di nulla.

    @ Mignuz: lascia perdere la “grande agenzia di viaggi”. Io ci lavoro, in una grande agenzia di viaggi (anche qualcosa più di una) e non è un business interessante. Non perchè non muova soldi a livello mondiale, ma perchè fare turismo incoming (portare stranieri qui) è molto più complicato, difficile, rischioso e dispendioso che fare turismo outgoing. Pensa solo al fatto di dover confezionare n prodotti per le esigenze di n mercati (il golfista asiatico e quello nord europeo non hanno le stesse esigenze, nè in campo – pensa solo ai caddie o al cart – nè fuori – hotel, servizi, cultura, shopping), e poi andare a venderli su quei n mercati.

    Un altro mio ex capo ci sta provando, ma ha messo su una startup con investimenti milionari e grandi partner finanziari (banche e private equity).

    E’ più facile, e torno al golf, organizzare dei servizi (sito web unico, accordi tra campi e strutture ricettive, organizzazioni private e pubbliche – l’ENIT che ci sta a fare?) che le agenzie o i turisti degli altri Paesi possano comprare.

    Per estrema semplificazione per spiegare cosa intendo: basterebbe che i campi – e se lo facessero insieme sarebbe molto meglio – facessero un bell’accordo con booking.com o expedia.com.

    Ma se i ns campi hanno in buona parte siti web dell’anteguerra, nemmeno pubblicano le tariffe, raramente rispondono alle mail, se nemmeno in una regione come il Piemonte che gode di un turismo “di qualità” da anni, grazie ad un’offerta culturale, enogastronomica, e volendo golfistica d’eccellenza si riescono a mettere d’accordo i circoli, di che stiamo parlando?

    EDIT: aggiungo un altro aneddoto. Non c’entra con il golf, ma rende l’idea di cosa intendo. Un mio collega è della bassa val di Susa, di un comune a metà strada tra Torino e le località sciistiche dell’alta valle. I genitori abitano in una villetta a due piani. Tre anni fa hanno ristrutturato leggermente per separare i piani, e “vendono” il piano di sopra (il figlio non è più con loro da anni, lo spazio era inutilizzato) in casa, su booking. Hanno un tasso di riempimento superiore al 50%, e un reddito aggiuntivo superiore agli 8000 euro. Hanno solo bisogno di un pc, e di controllare regolarmente la mail e rispondere. Per inciso, sono più vicini ai 70 che ai 60. Ci crederete? molti clienti sono sportivi: sci (incluso un’atleta di coppa del mondo), ciclisti.

     

     

    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da LeroiLeroi.
    #19946
    Wedge60wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1609
      • HoG D.O.P.
      Punti: 4.510

    Ma se i ns campi hanno in buona parte siti web dell’anteguerra, nemmeno pubblicano le tariffe, raramente rispondono alle mail, se nemmeno in una regione come il Piemonte che gode di un turismo “di qualità” da anni, grazie ad un’offerta culturale, enogastronomica, e volendo golfistica d’eccellenza si riescono a mettere d’accordo i circoli, di che stiamo parlando?

    :adorazione: :adorazione:   :adorazione:

    Il problema è si la Federazione che non fa nulla, ma anche i circoli che anche se gli proponi visibilità gratuita nemmeno rispondono o partecipano, la Federazione potrebbe fare la miglior promozione possibile ma se poi i circoli non danno segni di vita…

    Il turista straniero se si organizza una vacanza di golf, come prima cosa prende internet, si cerca i campi da golf della zona e gli manda una mail per chiedere di prenotare il tee time etc…

    In quanti gli risponderanno il giorno stesso o il giorno dopo ? O in quanti la vedranno a fine settimana ? O in quanti circoli nemmeno la leggeranno ?

    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da Wedge60wedge60.
    #20000
    Mikenetmikenet
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:192
      • Bogey
      Punti: 585

    una proposta:

    magari non scrivere cavolate sul depliant informativo istituzionale sarebbe un primo passo corretto.

    scoprite l’intruso :dimenticato:

     

     

    #20001
    Mikenetmikenet
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:192
      • Bogey
      Punti: 585

    #20002
    Mikenetmikenet
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:192
      • Bogey
      Punti: 585

    http://www.federgolf.it/wp-content/uploads/2017/07/Tutto-il-Golf-in-18-domande.pdf

    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da Mikenetmikenet.
    #20004
    ELFRERELFRER
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:818
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.825

    sembra il quesito della susi !! ( l’unica donna che conosco con la gobba sul sedere ).
    forse la n°5 ?
    anche la 16 è opinabile !

    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da ELFRERELFRER.
    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da ELFRERELFRER.
    #20011
    Alle_UhrAlle_Uhr
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1256
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.735

    Forse la 12? Per semplificare (ma che simpatici) non spiega che non puoi passare da socio a tesserato libero come ti pare e piace…?

    Dicci la tua mikenet!

    #20012
    SarastroSarastro
    Partecipante
    • Online
      • Messaggi:215
      • Par
      Punti: 670

    LA 12 direi che è obsoleta anche come costo  :nono:

    #20013
    MignuzMignuz
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:730
      • HoG D.O.P.
      Punti: 1.750

    La cavolata è al punto 5: non serve il certificato medico per tesserati. Ma probabilmente è stato scritto prima della riforma del 2016.

    Anche la 6 è una mezza cavolata: per tirare un cestino basta mezz’ora, ma un giro di golf prende almeno mezza giornata.

    #20033
    Mikenetmikenet
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:192
      • Bogey
      Punti: 585

    ecco i miei “intrusi”:

    PUNTO 5: 

    domanda:  POSSO GIOCARE ANCHE SE NON HO MAI FATTO NESSUNO SPORT?

    risposta: non solo non serve più il certificato medico (vabbe dai, refuso perdonabile) ma già mi anticipi il vincolo della tessera federale. Per giocare a tennis o calcetto o qualunque altro sport che necessita di struttura apposita, non mi viene mai chiesta la tessera federale di quella precisa disciplina :nono:

    PUNTO 6:

    domanda: RICHIEDE TANTO TEMPO A DISPOSIZIONE?

    risposta: chiedilo a tutti quelli che fanno la garetta domenicale di 6 ore, perchè non hanno tempo durante la settimana!!! :lol:

    già mi ci vedo a giocare a tennis 6 ore oppure in palestra! :lol:

    PUNTO 11:

    domanda: E UNA VOLTA INDIVIDUATO IL CIRCOLO O CAMPO PRATICA?

    risposta: già! il tesseramneto libero. sempre se il circolo che hai scelto ha aderito all’iniziativa  :dimenticato:

    PUNTO 12:

    domanda: CHE COS’È IL “TESSERAMENTO LIBERO”?

    risposta: direi fuorviante. non potrai accedere per sempre al tesseramento libero. la realtà è un pochino più vincolata :nervoso:

    PUNTO 13:

    domanda: CHE VANTAGGI DÀ LA TESSERA FEDERALE?

    risposta: responsabilità civile? davvero? non lo sapevo…..eppure sono 15 anni che gioco a golf e non ho mai visto un foglio illustrativo della polizza assicurativa. :regole:

    PUNTO 14:

    domanda: I CAMPI SONO SOLTANTO FUORI CITTÀ?

    risposta: non ci sono più le mezze stagioni :applauso:

    PUNTO 16:

    domanda: COME BISOGNA ESSERE VESTITI?

    risposta: domani tutti al G.C. Milano in jeans e scarpette da ginnastica, tanto non siamo mica nel contesto del parco pubblico di Monza? :cappellino:

    PUNTO 18:

    domanda: QUANDO SARÒ PRONTO PER LA MIA PRIMA PARTITA?

    risposta: presto, se riuscirai a mettere in fila tutti i paletti che mi sono premurato di distribuire sul tuo percorso (iscrizione circolo/tesseramento libero, tessera federale, esame regole, etc..etc…)  :veggente:

    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da Mikenetmikenet.
    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da Mikenetmikenet.
    #20043
    MMMM
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:182
      • Bogey
      Punti: 525

    Praticamente tutto spiegato com’è in realtà.. :dimenticato:

    Tra l’altro stenderei un velo pietoso sul tipo di promozione, i fumetti?! Ma andate a zappare! (non su di un campo da golf ovviamente) :nervoso:

Stai visualizzando 13 post - dal 16 a 28 (di 28 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.