Statistica da tre soldi

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 23 totali)
  • Autore
    Post
  • #27025
    SlothSloth
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:69
      • Double bogey
      Punti: 395

    Visto che il pomeriggio è piovoso e avevo bisogno di distrazioni,,,,mi sono dilettato a fare due conti

    Mi sono scaricato dal sito della federazione un po’ di dati sul numero di golfisti per regione: ecco la tabella del numero golfisti per

    1000 abitanti

    Colpisce naturalmente il numero fuori scala della Valle d’Aosta, i buonissimi numeri di Piemonte e Trentino/AA e i bassi numeri al sud.

    Ho provato a vedere quanto questo numero fosse spiegato da quanto ricca fosse ciascuna regione e, come ci si aspetta, facendo una semplice regressione il numero di golfisti è spiegato molto dal PIl pro capite. Anche inserendo una variabile dummy per le regioni del sud questa non risulta statisticamente significative: quindi, sendo questa semplicistica analisi, le regioni del sud giocano poco a golf perché sono più povere, non perché sono del sud.

    Secondo questo modo di guardare i dati le regioni che hanno pochi golfisti per il loro livello di reddito sono Friuli, Emilia Romagna e Lazio.

    Secondo voi ha senso tutto ciò?

    #27027
    Alle_UhrAlle_Uhr
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1283
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.885

    Secondo me non è solo questo. Prova ad aggiungere la variabile “numero di campi da golf/campi pratica” per regione, a naso ci potrebbero essere delle belle sorprese…

    #27028
    Wedge60wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1609
      • HoG D.O.P.
      Punti: 4.505

    Oltre ad un discorso economico c’è sicuramente da considerare che al Sud i campi sono pochi, quindi magari una persona che vorrebbe giocare si trova il campo a KM di distanza e molto probabilmente rinuncia….

    In Piemonte invece, ad esempio dove sto io, ci sono campi a disposizione veramente in ogni angolo (lasciamo perdere che io non gioco) ma le possibilità di scelta sono sicuramente un grosso vantaggio perchè permettono anche di trovare la soluzione più adatta per le proprie tasche, se invece non c’è concorrenza se vuoi giocare la scelta è quella…  :chedicoafare:

    #27030
    Alle_UhrAlle_Uhr
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1283
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.885

    Esatto, dove ho giocato quest’estate è un campo che sarebbe stato ad 1.5 h dalla mia ex casa, non avrei mai giocato a golf in Calabria :P

    #27032
    Dunlop54Dunlop54
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:432
      • Eagle
      Punti: 1.290

    Attenzione perché se il numero di golfisti è calcolato in base al numero di tesserati si ha sicuramente un dato falsato e disomogeneo.

    Molti tesserati, infatti, non giocano a Golf….. :)

    #27033
    Alle_UhrAlle_Uhr
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1283
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.885

    Spero pochi in realtà, altrimenti a che pro? Darsi un tono? Ingrassare la FIG è basta?

    Però se fossero tanti tesserati e non giocatori dobbiamo ringraziarli, senza di loro chissà che aumento avrebbero sparato Chimenti & co.  :lol:   :lol:   :lol:

    #27037
    AlbyAlby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1339
      • HoG D.O.P.
      Punti: 3.630

    Spero pochi in realtà

    Mah… penso più di quanti si creda

    #27038
    Wedge60wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1609
      • HoG D.O.P.
      Punti: 4.505

    Eccomi, io purtroppo da due anni a questa parte sono uno di quelli che è tesserato ma non gioca (4 volte in 2 anni) ma molti sono tesserati per abitudine, magari poi frequentano solo il circolo o fanno un giro ogni tanto…

    Il problema però è sempre il solito, che se in Piemonte ad esempio, dove di campi si abbonda si aumenta il numero di giocatori poi i soci si lamentano perchè il campo è troppo pieno….

    Diciamo che i golfisti, tutti, attualmente si sono fatti la bocca buona a giocare in un determinato modo, se mai per sbaglio in Italia dovesse aumentare il numero di giocatori, o costruiscono nuovi campi o tutti si lamenterebbero per la troppa affluenza e le code…. ovviamente l’idea di giocare un golf più rapido e fuori discussione  :dimenticato:

    #27039
    SlothSloth
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:69
      • Double bogey
      Punti: 395

    Beh se l’ottica è questa ed è vero che i circoli fanno fatica a tirare avanti…visto che aumentare le entrate diventata difficile, forse l’unica è ridurre le spese. Secondo voi ci sono dei costi che i circoli potrebbero evitare senza ridurre troppo la qualità del servizio offerto?

    #27044
    Dunlop54Dunlop54
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:432
      • Eagle
      Punti: 1.290

    Beh, tanto per cominciare, i maestri non servono quasi più… :)

    #27053
    Pigi47Pigi47
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:924
      • HoG D.O.P.
      Punti: 1.905

    Ma fuori dall’Italia, pur sempre in Europa,  come si mantengono i circoli? C’è ne sono tanti e tanti giocatori e non credo che facciano file di ore per fare un giro.

    A che pro pagare 2000€ di quota annua Se poi il circolo organizza gare 5 gg su 7 e nei due rimanenti si vende i tee time agli esTerni limitando noi soci? Gli sciatori ed i tennisti, non tutti praticano a livello competitivo, perché il golfista in Italia se. Iole giocare deve per forza iscriversi ad una gara? Mio figlio che avevo convinto ad iscriversi, il prossimo anno lascerà il golf, in quanto lavorando e potendo giocare solo i festivi é costretto ad iscriversi ad una gara per fare un giro, pur non essendo un competitivo.

    Purtroppo lascerà anche la nipotina, per solidarietà con il padre, così il prossimo anno saranno 2 tessere in meno per la federazione.

    #27073
    ELFRERELFRER
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:818
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.825

    salve .
    in questo sito a volte scivolano via , come lacrime nella pioggia ( cit . blade runner ) , 
    argomenti che andrebbero dibattuti e sviscerati.
    quando poi interviene un mastro di golf e direttore di circolo con
    un’autoironia urticante ( m’inchino al grande dunlop ) dovremmo sforzarci 
    di intervenire e di combattere la riduzione patologica dell’emoglobina ( anemia ) di questa piazza.
    plaudo a sloth che con una semplice stringa di dati mi ha dato ( e spero vi abbia dato ) da pensare.
    il problema è sociologico , culturale , economico ,  politico , ambientale ? non so , ma provo a ragionarci.
    parto dalla sicilia  , terra che adoro , conosco ( troppo poco aimè ) , in cui
    ho dell’ottima clientela e che nella lista di sloth sta in fondo alla classifica.
    ora questa classifica dice che i golfisti siciliani si contano sulle dita di muzio scevola ;
    e ci può stare .
    ma voglio allargare il discorso non ai golfisti siciliani , ma a quanti campi ci sono in sicilia , a quanto costano ( belli cari )
    e a quanti giocatori potrebbero attrarre dalla  europa ( del nord ,ovviamente per il clima ) ma anche dagli usa ,
    piuttosto che dal giappone ( cazzarola ci vengono per fare la 1000 miglia in italia ).
    voglio dire che se sulla costa del sol in spagna ci sono ics campi , che attraggono y giocatori ogni anno ,
    bene , in sicilia ci dovrebbero essre ics campi x 10 che attraggono y giocatori x 1000 .
    sarebbe il nostro oro verde.
    ora se è vero che il golf è uno sport da ricchi in italia ( direi piuttosto da benestanti )  , e lo dimostra
    la contrazione dei golfisti , accettiamo il dato di fatto , ma alziamo il culo e facciamo venire milioni di 
    turisti ricchi (beati loro ) a giocare nel più bel paese del mondo dove puoi vedere la pietà , il vesuvio , 
    la cappella sistina , la reggia di caserta , tharros ( ho cambiato isola ) , ci metto il garda visto che sto qua, e 
    l’elenco è infinito. non ci manca nulla , il cibo , il vino , la gente disponibile.
    sarà che avremo una classe politica ( non da ora  , per carità , troppo facile ,da decenni  ) 
    che non vede più in la del proprio naso.
    se questo turismo golfistico straniero esplodesse , non ne beneficeremmo tutti noi ?

    #27077
    Alle_UhrAlle_Uhr
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1283
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.885

    Forse confidano nella imprenditorialità del singolo club, se riesci a farti un nome, della pubblicità, ti organizzi con agenzie di viaggi e fai i soldi: buon per te! Noi dopo ci prenderemo qualche merito dopo.

    Per fare un esempio, cosa volete che importi al Verdura (per dirne uno blasonato) della FIG? Se lavorano bene, investono bene, fanno un bel campo possono ambire a far fare gare nazionali ma i turisti stranieri del golf arriveranno per altre vie secondo me.

    #27093
    SlothSloth
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:69
      • Double bogey
      Punti: 395

    Dunlop, non lo dico per piaggeria, i soldi che ho speso finora con il maestro sono stati spesi benissimo

    Quanto al fatto che l’Italia dovrebbe proporsi come meta turistica anche per il golf mi sembra sensatissimo. Ma se non succede quali sono i motivi? Poca cultura? Mipioa dei politici? Cosa si potrebbe fare per cambiare questa situazione?

    #27094
    Enrico74Enrico74
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:21
      • Double bogey
      Punti: 120

    Beh, tanto per cominciare, i maestri non servono quasi più… :)

    Io sto cercando di rimpicciolire il mio per metterlo in tasca, abbiamo un ottimo feeling e sa come farmi rendere sul campo. Preferisco spendere i miei (pochi) soldi in lezioni piuttosto in un giocattolo nuovo

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 23 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.