traiettoria del putt

Questo argomento contiene 47 risposte, ha 9 partecipanti, ed è stato aggiornato da Bigpitch bigpitch 1 mese, 3 settimane fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 46 a 48 (di 48 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #30667
    Bigpitch
    bigpitch
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:199
      • Bogey
      Punti: 285

    hai ragione scusami… neanche Howard Wolowitz

    capisco la difficoltà….. ti consiglio questo libro

    :)

    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi, 4 settimane fa da Bigpitch bigpitch.
    #30669
    TST75
    TST75
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:89
      • Double bogey
      Punti: 250

    salve. solo un genio visionario poteva pensare di mandare nello spazio una cabriolet con alla guida un manichino vestito con una tuta da astronauta. big non sarà un genio , però è ingegnere :” ingegnère [Der. di ingegno, nel signif. di “congegno”] In origine, chi progettava e dirigeva l’esecuzione di macchine belliche o idrauliche, e la costruzione di opere civili, militari, idrauliche e stradali. Nell’uso odierno, chi, fornito di laurea in ingegneria e di abilitazione all’esercizio di tale professione, progetta, organizza e dirige le costruzioni edilizie, stradali, meccaniche, ecc.” . senz’altro è un genialoide che si diverte ad applicare al golf le sue conoscenze.io ho letto tutto , ho capito poco ma alla meccanica della caduta dei gravi già il buon Galileo ci aveva fatto un pensierino : se avesse giocato a golf avrebbe magari pensato di puttare come ci sta spiegando big. dovresti contattare dechambeau , parlate la stessa lingua , magari ne esce davvero qualcosa di rivoluzionario ( per un professionista intendo ). buon lavoro. facci sapere se il tuo metodo scientifico ti ha portato benefici in campo. P.S. “Il metodo scientifico, o metodo sperimentale, è la modalità tipica con cui la scienza procede per raggiungere una conoscenza della realtà oggettiva, affidabile, verificabile e condivisibile.”

     

    :adorazione: :adorazione: :adorazione: :adorazione:

    #30872
    Bigpitch
    bigpitch
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:199
      • Bogey
      Punti: 285

    breve aggiornamento, nel utilizzare il metodo in pratica ho visto che spesso ci si trova di fronte a pendenze non costanti, quindi conviene ragionare in questo modo:

    1 – ad ogni metro affido una pendenza trasversale, quindi ad esempio mettiamo di essere a 3 m di distanza e il primo metro ha una pendenza stimata di 1% poi il secondo metro dventa 3% e ultimo metro 4%, allora ho una pendenza totale stimata di 8%.

    2 – moltiplico la pendenza totale per il parametro di scorrevolezza, mettiamo di essere nel caso di stimpmeter 8 (comune in italia) allora uso il parametro 3 e quindi arrivo ad una deviazione di 24cm.

    3 – correggo il risultato in base alla pendenza longitudinale come da tabella precedentemente pubblicata, quindi mettiamo di essere in disccesa del 2% allora aumento la deviazione di un terzo arrivando a 32cm.

    PS nella gara di venerdi scorso ho fatto un birdie con pat da 3m….. che mi ha ripagato di tutti  i calcoli fatti fino ad ora!!!

    :up:

    • Questa risposta è stata modificata 1 mese, 3 settimane fa da Bigpitch bigpitch.
Stai vedendo 3 articoli - dal 46 a 48 (di 48 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.