Troppa distanza con le palline da golf?

Taggato: ,

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 30 totali)
  • Autore
    Post
  • #19581
    Alle_UhrAlle_Uhr
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1283
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.885

    Sentita la notizia? Nel mondo del golf è partita la questione delle palline troppo performanti per fronteggiare percorsi sempre più lunghi, e questo va a scapito del gioco  È partita da Tiger Woods la denuncia (ma è da un po’ che leggende come Nicklaus o Gary Player chiedono questa cosa), ed ora ci si chiede se si possano rendere obbligatorie palline meno performanti per i giocatori di tour.

    #19583
    ELFRERELFRER
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:818
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.825

    salve.
    la ricerca è tecnologia e viceversa.
    l’esasperazione dei materiali nel mondo del golf , di cui le palline sono un cardine , ha snaturato , a mio
    parere ,  il gioco ,  imponendo la costruzione di campi sempre più lunghi e ,gioco-forza , sempre più
    costosi , che non è esattamente la chiave per diffondere il gioco.
    vengono premiati quasi sempre i bombardieri e tranne alcuni campi dove la precisione è imprescindibile ,
    il vincitore arriva , di solito , sulle ali della sua potenza.
    se gli interessi in gioco sono tali per cui le case di materiali non si daranno ( o gli sarà imposto ) un limite la
    soluzione per frenare il predominio dei picchiatori è una sola : ti preparo il campo con l’area di
    atterraggio dei tuoi stratosferici driver larga come i sedili di una 500 e con il rough subito a fianco che
    arriva alle ginocchia…….. dai ! spara la cannonata che poi si va per radicchi!!!!
    è la mia solita iberbole , però non mi viene in mente niente di meglio.

    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 10 mesi fa da ELFRERELFRER.
    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 10 mesi fa da ELFRERELFRER.
    #19590
    AlbyAlby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1339
      • HoG D.O.P.
      Punti: 3.630

    E’ da un po’ che il problema dell’esagerata lunghezza dei giocatori è presente, hanno cominciato ad allungare i campi (l’ultima gara, al Royal Park sul percorso che avrebbe dovuto ospitare l’Open d’Italia, ho visto i tee arretrati che avevano predisposto su alcune buche…. impressionanti tanto erano lontani dai bianchi) ma adesso non basta più senza fare pesanti interventi.

    Ecco che quindi il ridurre il progresso tecnologico che ha dato queste distanze è impellente. Ci riusciranno?
    Speriamo di si (anche se questo vuol dire che anche noi pippe diventeremo ancora più corti………. )

    #19592
    Dunlop54Dunlop54
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:432
      • Eagle
      Punti: 1.290

    Ma invece di allungare i campi, diventati ormai quasi ingiocabili per i “comuni mortali”, non sarebbe meglio, se possibile, disegnarli in modo più razionale e farli più…….stretti?     :)

    #19594
    ELFRERELFRER
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:818
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.825

    salve alby.
     sicuramente anche noi pippe saremmo più corte , ma nulla ci impedisce di
    partire dai battitori più avanzati con qualche colpo in meno , è vero , ma
    con pari soddisfazione.
    gioco spesso dai rossi ( fuori gara ) quando mi accompagno col numeroso gineceo del s. vigilio.
    si fa prima e posso tirare dal tee quei ferri lunghi (3 e 4 ) che solitamente uso poco in campo e perché non facili e
    perché non mi servono più di tanto.
    le signore a volte mi affidano i figli e così mi capita di partire dai neri : si giocano campi diversi
    e per uno stanziale ( pollo di gabbia ) come me serve anche per cambiare un poco.

    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 10 mesi fa da ELFRERELFRER.
    #19608
    SarastroSarastro
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:215
      • Par
      Punti: 670

    In effetti è una delle domande che mi pongo anche io. In fondo il bello di questo gioco sta proprio nello sfidare se stessi, il che dovrebbe andare al di la del “chi lo ha più lungo” (il tee shot).

    A livello professionistico mi colpisce come ci siano par 5 dove certi giocatori arrivano tranquillamente in green con un ferro medio di secondo.

    La conseguenza è che per certi giocatori di circolo i battitori gialli non costituiscono più una sfida.

    Posto che, essendo scarso, io i problemi me li creo da solo con talento notevole :vetro: , parto dal principio che per quelli bravi e lunghi (soprattutto la prima cosa), il par del campo dovrebbe sempre essere una sfida ardua e sfidante e questo dovrebbe essere dato dal disegno più che dalla lunghezza.

    In passato mi sono divertito più di una volta a giocare solo con i ferri a partire dal tee shot, piuttosto che in femminile compagnia, a giocare dai rossi, per scoprire un campo noto come non lo avevo mai conosciuto.

     

     

    #19640
    Alle_UhrAlle_Uhr
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1283
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.885

    Ma invece di allungare i campi, diventati ormai quasi ingiocabili per i “comuni mortali”, non sarebbe meglio, se possibile, disegnarli in modo più razionale e farli più…….stretti? :)

    Praticamente è quello che disse Severiano Ballesteros: “Mi piacerebbero dei fairway più stretti. Così tutti giocherebbero dal rough, e non solo io ” … :pugnette:

    #19837
    Wedge60wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1609
      • HoG D.O.P.
      Punti: 4.505

    Secondo me questo discorso delle palline da golf troppo lunghe è un discorso che riguarda più che altro i PRO, il cambio potrebbe infatti riguardare solo il loro gioco e non tanto quello di noi coppafragolari e carrellanti della domenica….

    Perchè se con loro questa differenza di palla si vede, nel nostro caso sicuramente potrebbe aiutare ma non fa tutta questa differenza….

    C’è da chiedersi però se i giocatori del Tour si mettessero a giocare delle Inesis 100 che cosa direbbe la Titleist ? Gli interessi commerciali anche qua contano e dettano le regole….  :nervoso:

    #19852
    MignuzMignuz
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:733
      • HoG D.O.P.
      Punti: 1.770

    Mah, a mio avviso è un falso problema.

    Troppa distanza?

    Ma se i pro passano a 120 mph sulla palla, cosa vi aspettate?

    Facendo palline meno performanti chi adesso fa 300 metri ne farà 270 ma chi prima ne faceva 270 ne farà 230…quindi in proporzione cambia poco, anzi i “long hitters” forse saranno ancora più avvantaggiati.

    A mio avviso il fatto che le distanze siano così grandi non fa ch aumentare lo spettacolo e anche il margine d’errore; concordo che occorre che i campi si adeguino mettendo rough più alto, fairway più stretti o ostacoli giusto sull’atterraggio (ormai i vecchi bunker a metà fairway vengono volati…).

    Aggiungo che mi piacciono molto le buche rischio/ricompensa: par 4 dove puoi raggiungere il green in 1 ma dove se sbagli è un bogey sicuro, o par 5 che siano comunque raggiungibili prendendo dei rischi.

    Io non sono a favore di limitare la lunghezza ma sono a favore di rendere i campi più intelligenti: magari anche dustin johnson preferirà tirare un ferro dal tee, potendo giocare con zach johnson che invece tirerà un drive alla stessa distanza.

    #19854
    BludiscusBludiscus
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:439
      • Eagle
      Punti: 1.475

    Condivido Mignuz, non è che se il fisico dei giocatori si evolve in uno sport cambiano gli attrezzi per renderlo più fair.

    A basket si gioca sempre con il canestro a 305 anche se negli ultimi tempi la media dei giocatori si è alzata di 10/15cm. ( Dino Meneghin dominava i canestri dai suoi 204, ora dovrebbe fare quasi il play. Danilo Gallinari è 208 e gioca lontano da canestro).

    A pallavolo la rete è sempre alta 2.43 anche se i giocatori saltano sempre più in alto, schiacciare dalla seconda linea una volta era praticamente impossibile.

    Se ci sono giocatori che riescono a colpire la palla così forte perché devo penalizzarli?

    Hanno sicuramente sbagliato ad allungare i campi perché i pro “devono” giocare nel par del campo e non sotto, ma perché?

    Da un punto di vista televisivo è sicuramente più spettacolare costringere i giocatori ad andare sempre all’attacco. Personalmente trovo noiosissimi  gli Us open dove i giocatori giocano in difesa per non sbagliare piuttosto che attaccando allo spasimo le bandiere.

    L’ultimo cambio di dimensione di pallina non è troppo lontano è solo dal 1990 che giochiamo in tutto il mondo con la stessa pallina, ma ora mi sembra una soluzione impraticabile a livello dilettantistico. Troppe cose da cambiare, dal mercato dell’usato alle attrezzature per raccogliere palline e distribuirle etc etc.

    Forse potrebbero cambiare le caratteristiche delle sole palline dei pro, ma la vedo una cosa estremamente difficile.

     

    #20829
    PjegouPjegou
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:327
      • Birdie
      Punti: 1.200

    Ieri bel colpo di DJ su questo corto par 3

     

    https://www.pgatour.com/video/2018/01/07/dustin-johnson-nearly-holes-it-from-430-yards-at-sentry.html

     

     

    Ooops, 430 yards !!!!! forse non era un par 3. Per DJ forse si :lol:

    #20830
    MignuzMignuz
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:733
      • HoG D.O.P.
      Punti: 1.770

    Ieri bel colpo di DJ su questo corto par 3 https://www.pgatour.com/video/2018/01/07/dustin-johnson-nearly-holes-it-from-430-yards-at-sentry.html Ooops, 430 yards !!!!! forse non era un par 3. Per DJ forse si :lol:

    Parliamo di uno dei pro più lunghi al mondo, con vento a favore (vedi bandiera), in un par 4 di 390 metri sì, ma in discesa e con almeno 80 metri di rotolo.

    Ora, non dico assolutamente che tutti ci possano arrivare, ma non è “fuori dal mondo”.

    I pro di long drive avrebbero volato il green o quasi :lol:

    #20831
    Flavio49Flavio49
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:55
      • Double bogey
      Punti: 215

    Quindi se io, da super senior molto corto, partissi dai verdi perdendo qualche colpo sarebbe possibile?

    Sono stato molto criticato per questa mia idea.

     

    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 8 mesi fa da Flavio49Flavio49.
    #20834
    MignuzMignuz
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:733
      • HoG D.O.P.
      Punti: 1.770

    Quindi se io, da super senior molto corto, partissi dai verdi perdendo qualche colpo sarebbe possibile? Sono stato molto criticato per questa mia idea.

    Direi che sicuramente è possibile scegliere di partire dai verdi ( nelle gare ove ciò è permesso) ed è una tattica che può funzionare.

    Io, al contrario, preferisco partire dai bianchi per aggiungere qualche colpo allo score.

    #20836
    MMMM
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:181
      • Bogey
      Punti: 520

    Ieri bel colpo di DJ su questo corto par 3 https://www.pgatour.com/video/2018/01/07/dustin-johnson-nearly-holes-it-from-430-yards-at-sentry.html Ooops, 430 yards !!!!! forse non era un par 3. Per DJ forse si :lol:

    Grandissimo colpo ma, aggiungendo a quanto detto da Mignuz, anche un po’ di fortuna dai; se fosse entrata sarebbe stato un record per un hole in one?  (dittatori nord coreani esclusi :)  ).

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 30 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.