Home / GOLF / Golf News / GOLF 2.0
Golf 2.0

GOLF 2.0

Riceviamo e pubblichiamo un interessante articolo da parte di un nostro utente davide

GOLF 2.0 – Secondo me
Tesseramento libero, obiettivo 100.000 tesserati. Molto bene, siamo sulla strada giusta, golf per tutti!.

 Mi ricordo qualche anno fa, quando giocavo a tennis e sentivo dire che era uno sport per ricchi e non capivo cosa c’entrassero i ricchi con un paio di campi da tennis comunali dove io passavo tutta la giornata durante le vacanze estive.

Ho cominciato a giocare golf 3 anni fa, perche avevo molti week end liberi, a causa degli impegni di studio di mia moglie.

Dopo aver passato quasi 20 anni a giocare a basket e a tennis a livello semi-agonistico, devo dire che il golf è proprio un altro sport (?), ma il tipo di approccio del mio maestro Aldo Cameran (GC Castellar CN) è stato perfetto e mi ha fatto apprezzare subito il gioco.

Sono quel tipo di golfista che gioca non più di 10 volte all’anno per impegni familiari e di lavoro e anche perchè continuo a preferire un’oretta di tennis a 5 ore di golf.
Penso di essere un soggetto non raro nell’universo golfistico, ma l’universo golfistico italiano cosa fa per invogliarmi a giocare di più o meglio?

Per la mia esperienza poco o niente.

Ovviamente non ho preso neanche in considerazione l’iscrizione ad un club perchè non l’ammortizzerei mai e quindi mi sono iscritto ad un campo pratica, che frequento per non più di 20 volte in un anno (ma il tesseramento libero per me non esisteva ancora!).

Il campo pratica è sicuramente importante, specialmente dato il mio approssimativo livello di gioco (hcp 32), ma qualche volta si vuole giocare in campo.

Per quanto il Piemonte offra molti campi, quasi nessuno offre di propria iniziativa un green fee nel week end, per fare solo 9 buche, magari scontato dopo le 17:00. Questa tariffa (the twilight Rate) è invece molto in voga negli Stati Uniti, mentre in Scozia addirittura dopo una certa ora alcuni public courses sono accessibili gratuitamente.  Altro mondo direte voi, ma io penso a quante persone potrebbero essere interessate a giocare un paio d’ore a golf, verso le 17:00 di domenica, fare questa bella passeggiata magari con la famiglia, il cane e poi fermarsi a mangiare al ristorante della club house.

E per analizzare un altro aspetto, quante volte, se siete nelle mie condizioni, avete giocato a golf da soli o non siete andati al campo perchè non avevate voglia o tempo di dedicare un’intera domenica al golf, o perchè dato che non dedicate molto tempo e con regolarità a questo sport vi siete detti: “ma perchè andare spendere 70-90 euro per green fee e gara, magari capitare in un flyer di gente poco simpatica e rovinarsi la domenica?”.

A me è capitato più di una volta e badate bene che per me il golf, per essere interessante, deve essere giocato in maniera competitiva, perchè trovare la concentrazione per tirare uno dopo l’altro 90-100 colpi, senza un vero obiettivo penso sia molto difficile.

E quindi sono d’accordo che per quelli scarsi come me la formula stableford sia l’unica percorribile, per far durare un giro completo non più di 5 ore.

Però avete mai provato a giocare in Match Play con un vostro amico, giocandovi la birretta e magari vincendo una buca per 9 colpi a 8 in un par4 ? Secondo me quello è il vero spirito del golf e per quello vale la pena di giocare. Ogni colpo conta e ogni colpo va giocato in maniera differente a seconda della situazione di gioco!!

E cosa mi dite della preparazione fisica e tecnica necessaria per giocare ad agosto per 5 ore sotto il sole? Magari mangiando tra la 9 e la 10 al buffet in 5 minuti? Quante persone che giocano a golf per la coppetta della domenica sono preparate fisicamente per sostenere il ritmo di gioco che si dovrebbe sostenere in un campo da golf affollato da 50-60 persone? Quante persone arrivano, non passano neanche dal campo pratica e sparano il loro primo drive alla uno e cominciano la loro caccia alla pallina nei boschi?

Penso che le situazioni che vivo stiano diventando comuni e che si richieda ai circoli un adeguamento rapido e deciso con azioni di marketing mirate a coinvolgere un maggior numero di utenti, che “spendano” nel loro circolo e che quindi generino guadagni per il circolo. Questa esigenza secondo me è ampiamente sottovalutata dalla maggiorparte dei circoli.

Le mie riflessioni non vogliono essere una critica a nessuno, ci mancherebbe, anche perchè un campo da golf si estende per molti ettari e quindi c’è posto per tutti, vorrei solo invitarvi a condividere con me qualche proposta per un golf “as I would like“, come mi piacerebbe:

  • green fee agevolati per 9 buche nel tardo pomeriggio (twilight Rate) e cena a seguire;
  • possibilità di giocare delle gare match play (anche solo a 9 buche);
  • utilizzare un sito come housefogolf.it per collegare tra di loro persone che condividono questa fiosofia dell’easy and quick golf, ……

….. o se preferite il golf 2.0!!!!!.

Davide HoG User

A proposito HoG Staff

HoG Staff

Leggi anche

Un premio per i circoli con più neofiti l’idea di Chimenti

Mentre la discussione sulla Ryder Cup si sta “spegnendo“, il Presidente Chimenti non perde tempo …

Home Page Forum di golf GOLF 2.0

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da MM MM 3 settimane, 1 giorno fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #16898
    HoG Staff
    HoG Staff
    Amministratore del forum
    • Offline
      • Messaggi:133
      • Bogey

    Riceviamo e pubblichiamo un interessante articolo da parte di un nostro utente davide

    GOLF 2.0 – Secondo me

    Golf 2.0Tesseramento libero, obiettivo 100.000 tesserati. Molto bene, siamo sulla strada giusta, golf per tutti!.

    Mi ricordo qualche anno fa, quando giocavo a tennis e sentivo dire che era uno sport per ricchi e non capivo cosa c’entrassero i ricchi con un paio di campi da tennis comunali dove io passavo tutta la giornata durante le vacanze estive.
    Ho cominciato a giocare golf 3 anni fa, perche avevo molti week end liberi, a causa degli impegni di studio di mia moglie.
    Dopo aver passato quasi 20 anni a giocare a basket e a tennis a livello semi-agonistico, devo dire che il golf è proprio un altro sport (?), ma il tipo di approccio del mio maestro Aldo Cameran (GC Castellar CN) è stato perfetto e mi ha fatto apprezzare subito il gioco.

    Sono quel tipo di golfista che gioca non più di 10 volte all’anno per impegni familiari e di lavoro e anche perchè continuo a preferire un’oretta di tennis a 5 ore di golf.
    Penso di essere un soggetto non raro nell’universo golfistico, ma l’universo golfistico italiano cosa fa per invogliarmi a giocare di più o meglio?

    Per la mia esperienza poco o niente.

    [Leggi l’articolo completo: http://www.houseofgolf.it/golf-abc/golf-news-notizie/golf-20/]

    #16899
    CoccoBill
    CoccoBill
    Partecipante
    • Online
      • Messaggi:614
      • Condor

    Non posso che essere d’accordo…

    #16924
    MM
    MM
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:70
      • Double bogey

    Condivido, in generale, in particolare mi sono trovato nella stessa situazione più o meno un anno fa, la pensavo come Davide oggi ho cambiato in parte idea.  Anche io piemontese, ho avuto difficoltà a trovare un circolo disponibile al tesseramento libero, alla fine forse lo avevo trovato (dico forse perché era disponibile dopo non poca insistenza e aver capito che non ero definitivamente interessato a nessuna delle altre opzioni offerte) ma ho poi cambiato idea, ho deciso di associarmi ad un campo pratica che ha anche tre buche (semplici, per carità, ma posso provare comunque cos’è veramente il golf).

    Devo dire che a distanza di un anno mai decisione fu più azzeccata e per questo devo ringraziare anche chi qui sopra scrive da prima di me che ha saputo consigliare bene. Anche io ho pochissimo tempo libero e sicuramente non “sfrutto” come andrebbe fatto la quota pagata, ma sono sicuro che non mi fossi associato adesso sarei ancora qui a girare per trovare un posto dove giocare e probabilmente avrei rinunciato.

    Nel momento che ho pagato la quota mi sono imposto di andare a praticare/giocare almeno una volta a settimana e sono parecchie le volte che avrei rinunciato per piccoli impegni imprevisti o balle varie dell’ultimo minuto, se fossi stato tesserato libero con la necessità di pagare un GF anche solo per praticare non sarei andato nemmeno la metà delle volte.

    Tutto questo per spiegare la mia esperienza e per dire “viva il tesseramento libero” con i dovuti se e ma. Secondo me ad esempio non è una soluzione adatta ai neofiti o chi vuole iniziare, come spesso ho visto scritto.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Yes No