Golf Club La Romanina

Il Golf Club la Romanina si trova a Favria (Torino), nel cuore del Canavese ai piedi della Valle di Lanzo non molto distante da Torino (appena 25 km). Il territorio pianeggiante e la corona che le Alpi fanno a questo campo rendono il paesaggio piacevole e rilassante, il circolo orientato all’apertura del gioco del golf per tutti è molto indicato per l’ambiente familiare, presenta un percorso tecnico ma adatto anche a chi vuole iniziare grazie ad un campo pianeggiante.

I pericoli sono provocati dagli ostacoli d’acqua, sopratutto alla buca 8 dove il lago è una calamita di palline… La club house è stata recuperata da una vecchia cascina “La Romanina” che accoglie il golfista e offre una bella vista sul campo anche dalla sala del ristorante.

Sorto nel 1999 il percorso è un 9 buche par 70 di 5.295 metri per gli uomini e di 4.657 per le donne, progettato da Pippo Calì e Giancarlo Memeo, il club è facilmente raggiungibile arrivando da Torino con la superstada per l’aeroporto di Caselle, da qui prendere l’uscita per San Maurizio – Valli del Canavese e seguire per Favria, dopo aver superato San Francesco, tra Front e Favria troverete il cartello che indica il golf club, immerso nel verde dei campi.

Buca 1 – Par 4 – Hcp 3 Non difficile, un dogleg a sinistra e l’acqua che entra in gioco non rendono facile il taglio della buca, attenti anche al piccolo ruscello che taglia la buca sul primo colpo. Il green non presenta particolari difficoltà ma attenti ai due bunker posti ai lati destro e sinistro.

Buca 2 – Par 3 – Hcp 17 Un par 3 molto semplice, non lunghissimo che però non permette di andare lunghi in green, attenti al bunker posto dietro al green stesso.

Buca 3 – Par 4 – Hcp 4 Il secondo par 4 del campo, mette nuovamente in gioco l’acqua sul secondo colpo, ed il green è ben protetto da un profondo bunker posto sulla sinistra.

Buca 4 – Par  3 – Hcp 16 Partenza stretta da un lato, meglio non andare troppo a sinistra per evitare il fuori campo… Il green ampio e senza particolari ondulature non presenta grandi difficoltà

Buca 5 – Par 4 – Hcp 1 La buca più difficile del campo è un par 4, sul primo colpo entra in gioco l’acqua che non dovrebbe dare più di tanto fastidio, un leggero dog-leg a destra senza particolari ostacoli permette l’arrivo al green ben protetto dai bunker circostanti.

Buca 6 – Par 4 – Hcp 5 Primo colpo semplice al fairway  e secondo colpo al green, una buca semplice che non presenta particolari difficoltà.

Buca 7 – Par 5 – Hcp 9 Un par 5 lungo ma senza particolari difficoltà, un leggero dog-leg verso sinistra ci porta sull’ampio fairway, raggiungendo l’ampio green ondulato.

Buca 8 – Par 4 – Hcp 8 In questo par 4 l’acqua entra in gioco come secondo colpo, anche in questo caso la buca gira leggermente, mentre il green è protetto da un piccolo e profondo bunker posto sulla sinistra. Attenti al bunker di percorso posto sulla destra e al lago che costeggia sulla destra tutta la buca.

Buca 9 – Par 4 – Hcp 7 Ultima buca del campo, questo par 4 non presenta particolari difficoltà sul primo colpo, attenzione al secondo colpo che vi porta al green, il corso d’acqua entra in gioco difendendo il green a fagiolo, protetto dai bunker nella parte posteriore.

A proposito HoG Staff

HoG Staff

Leggi anche

Golf Club Punta Ala

L’A.S.D. Golf Club Punta Ala ha iniziato la sua attività nella primavera dell’anno 1964. Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:chedicoafare:  :avvocato:  :cervello:  :pugnette:  :quoto:  :cart:  :bandiera:  :driver:  :ferro7:  :erba: 
:allenamento:  :applauso:  :auguri:  :baci:  :gogo:  :caldo:  :cappellino:  :ammicco:  :dimenticato:  :down: 
:up:  :fumo:  :adorazione:  :regole:  :P  :doc:  :nervoso:  :nono:  :cool:  :sguardo: 
:veggente:  :pericolo:  :petto:  :regalo:  :urlo:  :lol:  :ciao:  :)  :ko:  :tromba: 
:festa:  :vetro: