Home / Recensioni Golf Club / Golf Club Les Iles de Brissogne

Golf Club Les Iles de Brissogne

Il Golf Club Les Iles de Brissogne situato in Valle d’Aosta, in località Brissogne da cui prende il nome, alle porte della città di Aostaarrivando dall’autostrada A5 (Torino-Aosta).

Situato in posizione strategica al centro della regione a 10 minuti da Aosta, immerso nella natura sul lungo Dora e nei laghetti e stagni di fondovalle, posizione che garantisce la possibilità di giocare da febbraio a novembre.

La struttura, perfetta per iniziare a giocare a golf, ha caratteristiche di interesse anche per coloro che si dedicano ad un costante allenamento, l’ampio driving range dotato di posizioni coperte e scoperte, con i suoi 280 metri di lunghezza e 80 di larghezza permette di esercitarsi con ogni tipologia di ferri e legni.

Ampio anche il putting green di 450 mq, con varie pendenze e un pitching green di 194 mq con bunker di pratica di 152 mq, sempre curati con attenzione completano l’offerta dedicata alla pratica.

Il circolo nasce con 3 buche poi ampliate a 5 successivamente e nell’ottobre del 2012 a seguito di lavori di sistemazione e migliorie si giunge ad un ampliamento del percorso a 9 buche, Par 30 di 1547 metri omologato FIG.

Il percorso è caratterizzato dall’imponente presenza di ostacoli d’acqua, il lago principale, due stagni e un canale e da affascinanti aree naturali che costeggiano i fairways, che rendono questo campo ricco di Par 3 non affatto semplice.

BUCA 1 – Par 3 di 101 metri, buca corta con acqua sulla parte destra della buca, il grande lago principale costeggia gran parte della buca sul lato destro e circonda il green, una waste area separa il fairway dal canneto che caratterizza le sponde del lago.

BUCA 2 – Par 3 di 127 metri, buca impegnativa, con il primo colpo per mettere la palla in green a forma di fagiolo si dovrebbe tirare sopra al lago, il green stretto non permette però di finire lungo se preferite giocare in sicurezza un ampio fairway davanti vi consente di raggiungere facilmente il green in 2 colpi.

BUCA 3 – Par 3 di 130 metri, la più caratteristica del campo, con uno stagno a protezione del green che scende bruscamente prima dell’ostacolo d’acqua per poi risalire al green (quando l’abbiamo giocata noi era tutto ostacolo d’acqua come si vede dal video), l’acqua condiziona sempre il primo tiro al green.

BUCA 4 – Par 4 di 290 metri, il primo par 4 del campo, buca dritta non particolarmente impegnativa, fairway ondulato che sul lato destro è costeggiato dal grande lago, il green su due livelli in leggera discesa rispetto al gioco non rende facile prendere la bandiera.

BUCA 5 – Par 4 di 307 metri, con partenza sopraelevata e fairway su due livelli, a mio avviso una buca veramente bella e impegnativa, il green posto a monte dello stagno delle rane è ben difeso dall’acqua frontale e dai bunker, anche in questo caso il green presenta diverse pendenze

BUCA 6 – Par 3 di 107 metri, una buca semplice e dritta, con un piccolo bunker sulla sinistra a protezione del piccolo green sopraelevato rispetto al fairway, la buca diventa più difficile in caso di vento.

BUCA 7 – Par 3 di 135 metri, con partenza all’interno del piccolo boschetto, il green ampio è ben protetto dai bunker posti all’ingresso dello stesso, se non arrivate in green con il primo colpo meglio giocarlo con attenzione prima dei bunker per lasciarvi un approccio semplice.

BUCA 8 – Par 4 di 245 metri, la buca più lunga del campo, ma forse anche la più semplice, non presenta particolari difficoltà se non il bunker di percorso sulla destra, la buca presenta un leggero dogleg a destra con breve salita iniziale, sulla parte sinistra invece un canale costeggia la buca sino a circa 120 metri dal green.

BUCA 9 – Par 3 di 106 metri, dal tee al green con un colpo solo questo è l’imperativo, infatti in mezzo solo acqua, ancora una volta a giocare la parte da protagonista è il grande lago che si frappone tra la partenza e il green della buca 9. Sono 110 metri di volo circa di cui 90 almeno di acqua, se finite troppo a destra diversi alberi proteggono la buca dal fairways della buca 4, il green ampio e su due livelli non rende facile il gioco del successivo putt.

Nel complesso il campo anche se corto riserva molte sorprese, le buche Par 3 presentano chi più chi meno, diverse difficoltà e rendono il gioco divertente, i par 4 anche se non troppo lunghi sono resi impegnativi dagli ostacoli d’acqua e dai bunker che ben difendono i green.

Se siete in Vallè non potete non fare un giro al Golf Les Iles de Brissogne, non ve ne pentirete di certo….

Il circolo inoltre offre un’ampia zona di relax dopo la gara grazie al grande bar con ampio dehors e allo spazio con sdraio, piscina e divertimenti per grandi e piccini anche non golfisti.

Chi di voi ha già provato questo circolo ci faccia sapere come lo ha trovato e quante palline ha “regalato” al grande laghetto….

A proposito HoG Staff

HoG Staff

Leggi anche

Golf Club Punta Ala

L’A.S.D. Golf Club Punta Ala ha iniziato la sua attività nella primavera dell’anno 1964. Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:chedicoafare:  :avvocato:  :cervello:  :pugnette:  :quoto:  :cart:  :bandiera:  :driver:  :ferro7:  :erba: 
:allenamento:  :applauso:  :auguri:  :baci:  :gogo:  :caldo:  :cappellino:  :ammicco:  :dimenticato:  :down: 
:up:  :fumo:  :adorazione:  :regole:  :P  :doc:  :nervoso:  :nono:  :cool:  :sguardo: 
:veggente:  :pericolo:  :petto:  :regalo:  :urlo:  :lol:  :ciao:  :)  :ko:  :tromba: 
:festa:  :vetro: 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.