Riviera Golf Resort

Il Riviera Golf Resort è situato all’interno del Parco naturale del Conca, area protetta del WWF, in una zona verdeggiante e molto tranquilla, ideale per chi ama l’esclusività e la riservatezza senza rinunciare al lusso. Nelle vicinanze si trovano Cattolica e a soli 10 minuti di auto il centro di Rimini, note località turistiche che accontentano anche chi desidera vivere la vita mondana della spiaggia o divertirsi la sera.

Il Riviera Golf Resort è una struttura di gran lusso: le 32 suite sono una diversa dall’altra, tutte molto spaziose, confortevoli, eleganti ed originali, ben lontane dall’idea che si può avere della classica stanza d’albergo. Situate nella costruzione principale e all’interno di piccole ville indipendenti, le suite offrono un arredamento moderno e minimalista. Ogni suite è stata progettata in modo particolare e sono state completamente rinnovate nel 2004. Tutte le sistemazioni offrono accessori eleganti, TV con schermo al plasma, connessione Internet Wi-Fi inclusa nella tariffa, film pay-per-view, canali satellitari e Sky, aria condizionata. Le sale da bagno sono munite di mosaico. Molte suite e ville dispongono di giardini privati. Alcune offrono viste panoramiche sul campo da golf.
Al ristorante della struttura si possono gustare piatti tipici della Riviera Romagnola, assaporare ricche prime colazioni a buffet, pranzi e cene à la carte in un ambiente luminoso, elegante e ultra-moderno.

Le zone esterne, il Golf e la piscina, contribuiscono a fare di questo Resort una location molto speciale, poichè sono curate in tutti i dettagli! Per contribuire ad una vacanza perfetta è bene trascorrere qualche ora all’interno del centro benessere, concentrandosi sui trattamenti di bellezza e su quelli salutari. Qui si troverà una piscina coperta con idromassaggio, una sauna, un bagno turco, delle docce terapeutiche e un centro fitness. Si potrà scegliere tra una numerosa varietà di massaggi. La piscina (82 m. di lunghezza con nuoto controcorrente!!) e la palestra (dotata delle ultime macchine Tecnogym) danno la possibilità a chi vuole praticare sport e attività fisica di avere due ambienti stupendi per potenziare il fisico. La zona idromassaggi, sauna e grotta è molto tranquilla e discreta per potersi rilassare in maniera totale.

Al Riviera Golf troverete anche tre sale riunioni. Inoltre, è possibile fare trekking ed escursioni a piedi o in bicicletta sui sentieri circostanti. La stazione ferroviaria è a 5 km di distanza dal resort.

La struttura possiede un grande campo da golf a 9 buche, che diventerà presto a 18 buche, totalmente a manutenzione biologica controllato dall’Università di Milano, e un driving range con 10 postazioni coperte, riscaldate e illuminate, 20 postazioni scoperte, bunkers, chipping green, pitching green ed un ampio putting green a 18 buche completamente illuminato. Il campo attuale è abbastanza ostico, vanta il par 5 più lungo d’Italia e terzo in Europa, ma nel complesso risulta utilizzabile da giocatori di tutti i livelli di gioco.

Su progetto del famoso giocatore e architetto canadese Graham Cooke sono state realizzate altre 9 buche che, come si può notare dalla mappa, si integreranno con le esistenti, per dar vita ad un campo veramente interessante, oltre a 6 buche executive ed all’ampliamento del driving range.

La descrizione delle buche risale a Luglio 2010

Buca 1 – Par 4 – mt. 274 La limitata lunghezza della buca potrebbe tradire il giocatore coraggioso, in quanto a destra si trovano una scarpata ed un lago naturale. Il green è posto a dog-leg dietro ad una serie di collinette difeso da una cornice di vari bunkers. Legno 3 e pitch al green 

Buca 2 – Par 3 – mt. 228 Par 3 molto lungo, in piano con ampio green. A destra dell’ingresso al green un albero disturba i colpi imprecisi mentre a sinistra e sul retro, dei bunkers sono posti a difesa con fuori limite. Legno 5 o ferro 3, eventuale pitch al green

Buca 3 – Par 4 – mt. 345 Buca in piano con lago a destra e alberi a sinistra con fuori limite. Il green è posto dietro il lago, per chi tenta il secondo colpo a volare il lago, mentre è diritto per chi aggira il lago. Un grande bunker emerge dal pelo acqua del lago verso il green. Drive e ferro 7 o 6 al green

Buca 4 – Par 4 – mt. 424 Buca con tees molto lunghi, che variano la buca da Par 4 a Par 5. Il tee shot si gioca in discesa verso il fiume Conca, con accentuato dog-leg a sinistra. Una serie di bunkers disseminati lungo la buca non consente distrazioni. Il green è in pendenza laterale a più livelli a ridosso di un bosco. Legno 3, legno 5 o ferro 3, pitch al green

Buca 5 – Par 5 – mt. 596 È al terzo posto tra le buche più lunghe d’Europa. Tra il tee di campionato e quello frontale ve ne sono altri 3 con una distanza di 180 mt. Si sviluppa in piano a fianco del fiume Conca, con una serie di bunkers che ne disegnano il percorso. Fuori limite a sinistra e green in salita. Driver, legno 3 e ferro al green

Buca 6 – Par 5 – mt. 441 Facile Par 5, con la riduzione a Par 4 impegnativo nel secondo giro. Dog-leg a destra con la prima parte in leggera discesa e green sopraelevato su 3 piani, difeso da 4 bunkers, dove si ammira lo spettacolo dei volatili che affollano il Lago Conca. Legno 3 in apertura prima del dogleg, Legno 5 o ferro 3 e sand al green 

Buca 7 – Par 4 – mt. 348 Buca molto ampia con difficoltà variabili. Si sviluppa in piano con dog-leg accentuato a destra, fiancheggiata da un lago che ne circonda anche il green sopraelevato. Mantenersi sulla sinistra. Driver e ferro al green

Buca 8 – Par 3 – mt. 159 Si sviluppa dall’alto verso il basso con pochi metri di dislivello. Se si attacca la bandiera è richiesto un colpo preciso altrimenti a sinistra del green, 2 bunkers raccolgono i colpi chiusi mentre a destra e in fondo vi sono dei frutteti. Ferro 7/6/5

Buca 9 – Par 4 – mt. 340 Buca quasi in piano fiancheggiata da colture di kiwi. A sinistra si trova un lago, il green è protetto da tre bunkers e richiede un colpo di precisione. La parte terminale è in leggera salita con green di fronte alla club-house. Driver e ferro al green

In conclusione un campo molto ben gestito e frequentato. Con l’apertura delle ulteriori 9 buche, che si integreranno con le esistenti, il campo diventerà ancor di più fruibile, restando nel contempo piacevole per tutti i livelli di gioco.

A proposito Gian Luigi Crocioni

Giagio

Leggi anche

Golf Club Punta Ala

L’A.S.D. Golf Club Punta Ala ha iniziato la sua attività nella primavera dell’anno 1964. Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

:chedicoafare:  :avvocato:  :cervello:  :pugnette:  :quoto:  :cart:  :bandiera:  :driver:  :ferro7:  :erba: 
:allenamento:  :applauso:  :auguri:  :baci:  :gogo:  :caldo:  :cappellino:  :ammicco:  :dimenticato:  :down: 
:up:  :fumo:  :adorazione:  :regole:  :P  :doc:  :nervoso:  :nono:  :cool:  :sguardo: 
:veggente:  :pericolo:  :petto:  :regalo:  :urlo:  :lol:  :ciao:  :)  :ko:  :tromba: 
:festa:  :vetro: