Volete migliorare quest’anno? Mettete NV

Argomento “delicato”, lo so…

Dite la verità, stare in poltrona è piacevole. Come lo è stare sdraiati al sole col sottofondo della risacca del mare. Situazioni confortevoli, in cui proviamo un senso di benessere.

Per nostra natura noi esseri umani cerchiamo, in ogni cosa che facciamo, sensazioni simili a queste: abitudini, routine…circostanze che sappiamo gestire perché, conoscendo con sufficiente certezza le dinamiche possiamo “adagiarci”, tanto sappiamo che andrà così!

 

Questa è la zona di comfort, dalla quale è difficile, spesso, allontanarsi perché al di fuori di queste abitudini, troviamo il dovere e gli impegni, stress, il doversi mettere alla prova ed il rischio di rimanere delusi.

 

Tuttavia se si vuole migliorare la propria vita è necessario uscire, fare qualcosa di diverso dal solito, perché quello che si è fatto sino ad ora ha come unico risultato la vita che si sta vivendo adesso.

Se si trova la voglia di varcare il confine della nostra zona di comfort troveremo la soddisfazione dei risultati raggiunti, la felicità, l’amore (sì, molte storie d’amore finiscono proprio perché la coppia, o meglio le due persone non vogliono uscire dalla loro zona di comfort)…quando decidiamo di provare qualcosa di nuovo, magari facendo le cose diversamente dal solito, lasciamo le nostre “sicurezze” alle spalle e ci inoltriamo in una zona sconosciuta, dove abbiamo innumerevoli possibilità di apprendimento.

Cosa c’entra tutto questo con il golf?

 

L’Hcp è la nostra zona di comfort.

Permette di giocare consapevoli che non dobbiamo confrontarci con il par del campo, ma con qualche colpo in più;  che possiamo fare un po’ peggio del dovuto e che, nella peggiore delle ipotesi, la “virgola” (una, due, tre,…) ci lascerà più respiro la volta successiva.

Quante volte al tee della uno ho sentito dire “Oggi cerco la virgola”.

La virgola amplia la nostra zona di comfort. Esasperando il concetto ci permette di migliorare il nostro Hcp, giocando sempre uguale, perché in realtà non saremo noi a migliorare, ma sarà il calcolo punteggio stb/nostro Hcp a darci un vantaggio. Non miglioreremo quindi il nostro gioco, perché non avremo avuto stimoli a fare qualcosa di diverso dal solito. Il risultato?

Scenderemo di Hcp in una gara “benedetta” per ritrovarci le volte successive a riprendere virgole, virgole, virgole finchè la zona di comfort si andrà a ricreare.

Naturalmente ho esasperato il concetto. Continuando a giocare e prendendo lezioni si migliorerà comunque il gioco, ma è l’atteggiamento mentale che può fare la differenza.

Volete davvero migliorare il vostro gioco? Volete che il vostro Hcp scenda quest’anno?

La prossima volta che prendereste una virgola segnate NV. Farete più fatica, ma vi metterete alla prova e con l’andare del tempo migliorerete il vostro gioco.

Davide Mamo

Coaching e Preparazione Mentale

A proposito Davide Mamo

Davide Mamo

Leggi anche

4 colpi che devi giocare per migliorare il tuo score sul campo da golf

Stavo leggendo un articolo di Hank Haney che parlava di strategia di golf per migliorare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

:chedicoafare:  :avvocato:  :cervello:  :pugnette:  :quoto:  :cart:  :bandiera:  :driver:  :ferro7:  :erba: 
:allenamento:  :applauso:  :auguri:  :baci:  :gogo:  :caldo:  :cappellino:  :ammicco:  :dimenticato:  :down: 
:up:  :fumo:  :adorazione:  :regole:  :P  :doc:  :nervoso:  :nono:  :cool:  :sguardo: 
:veggente:  :pericolo:  :petto:  :regalo:  :urlo:  :lol:  :ciao:  :)  :ko:  :tromba: 
:festa:  :vetro: