Home / Materiale da Golf / Ibridi / TaylorMade Burner Rescue recensione ibrido
Taylor Made Burner Ibrido

TaylorMade Burner Rescue recensione ibrido

Taylor Made Burner IbridoDopo il drive sempre targato TaylorMade Burner, oggi vi presentiamo uno degli ibridi migliori presenti sul mercato, non solo a detta nostra ma stando anche a quanto afferma la Hot List 2008 di Golf Digest e il Mondo del Golf.

Ibrido o rescue, in qualsiasi modo lo vogliamo chiamare questo è un incrocio tra un legno e un ferro lungo che non dovrebbe mancare nelle sacche da golf dei giocatori di qualsiasi handicap, l’ibrido TaylorMade Burner Rescue è un legno in grado di aiutare giocatori con handicap differenti in situazioni di lie difficili.

 

L’ibrido TaylorMade Burner Rescue è un concentrato di tecnologia dentro un guscio di design ricercato, sullo stesso stile del drive della TaylorMade anche l’ibrido segue lo stesso aspetto estetico, la testa costruita in due pezzi, il corpo in acciaio inox e l’inserto separato dalla faccia, si presenta più grande dei comuni ibridi, risulta infatti più elevato del 13% rispetto al vecchio modello Rescue Dual.

In questo nuovo modello il Centro di gravità è stato abbassato aumentando di conseguenza anche il MOI, continua anche il discorso del superfast di cui abbiamo gia parlato nella recensione del driver TaylorMade Burner, anche l’ibrido presenta uno shaft dal peso di 60 grammi considerando anche il grip, questa “leggerezza” infatti consente al giocatore di aumentare la velocità di swing.

E’ possibile trovarlo in vendita nei negozi ad un prezzo che oscilla tra i 180-200 euro, mentre i loft disponibili sono:

  • 19 – 3
  • 22 – 4
  • 25 – 5
  • 28 – 6

L’ibrido TaylorMade Burner Rescue è il bastone ideale per i giocatori con handicap medio, è in grado di perdonare l’errore anche sui colpi presi fuori dal centro, la palla vola “sempre” alta e dritta, la soluzione ideale per coloro che non digeriscono i ferri lunghi!!!

Unica pecca, che accomuna tutta la serie TaylorMade Burner, è la grafica troppo ricercata e vistosa, ma se i risultati in campo si fanno sentire si potrà anche fare a meno di guardare troppo questi “bolidi”.

Se lo avete provato o siete dei felici possessori, non vi resta che lasciare il vostro commento qua di seguito…

A proposito HoG Staff

HoG Staff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:chedicoafare:  :avvocato:  :cervello:  :pugnette:  :quoto:  :cart:  :bandiera:  :driver:  :ferro7:  :erba: 
:allenamento:  :applauso:  :auguri:  :baci:  :gogo:  :caldo:  :cappellino:  :ammicco:  :dimenticato:  :down: 
:up:  :fumo:  :adorazione:  :regole:  :P  :doc:  :nervoso:  :nono:  :cool:  :sguardo: 
:veggente:  :pericolo:  :petto:  :regalo:  :urlo:  :lol:  :ciao:  :)  :ko:  :tromba: 
:festa:  :vetro: 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.