Home / Materiale da Golf / Putters / Bputters COYOTE: Due versioni differenti, stesse prestazioni al TOP

Bputters COYOTE: Due versioni differenti, stesse prestazioni al TOP

ATTENTI A QUEI DUE !

Oggi presentiamo il terzo modello della serie Bputters: il coyote.

Questo putter semi mallet nasce originariamente come center shafted, con un peso di 350 grammi, risulta molto compatto e le code ai lati lo rendono estremamente ben bilanciato e versatile.

Assemblato con uno shaft true temper senza ritardo, questo putter può essere assemblato anche con un double bend shaft nella versione heel shafted diventando un potente e preciso face balanced.

Anche il coyote, nelle due versioni disponibili, può essere allestito con un lie e loft variabile, ampia selezione di grip, tra cui Puregrips, Superstroke e Winnxpro ed essere personalizzato secondo le esigenze del giocatore.

La prima sensazione maneggiandolo è quello di compattezza e proporzione nella distribuzione del peso. Non ci si deve spaventare dall’assenza di una linea di puntamento, perché il punto collocato nella parte superiore della faccia assolve perfettamente al compito di aiutare il giocatore nel trovare la giusta linea di gioco.

La mezza luna posteriore scarica peso dalla testa e regala al putter un design aggressivo e accattivante (oltre a consentire di raccogliere la pallina senza chinarsi).

Questo putter è tollerante nei colpi fuori centro, mantenendone la linea sia nei putt lunghi che in quelli entro i due metri.

Solido, contenuto nelle dimensioni il coyote restituisce una piacevole sensazione di tocco morbido sia nella versione center shafted che in quella heel shafted, anche grazie al groove della faccia.

Il peso lo rende adatto a coloro che preferiscono “sentire” il putt. Le varie finiture tra le quali scegliere (black pearl, black pvd, lucido, satinato, etc..) lo trasformano in un pezzo unico.

Visita il sito www.bputters.it per maggiori informazioni.

 

A proposito HoG Staff

HoG Staff

Leggi anche

Con Play&Share di Bputters ho provato il Panther

Ho avuto il piacere di essere il primo tester della splendida iniziativa organizzata da Bputters chiamata “play&share”.

Non ho le capacità tecniche di un clubmaker per analizzare ogni aspetto di un bastone da golf, ma i putter mi appassionano, ne ho diversi delle marche più prestigiose: Scotty Cameron, Miura, Vega, Taylormade e anche l’italianissimo Mati e penso di aver un certo feeling per giudicarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:chedicoafare:  :avvocato:  :cervello:  :pugnette:  :quoto:  :cart:  :bandiera:  :driver:  :ferro7:  :erba: 
:allenamento:  :applauso:  :auguri:  :baci:  :gogo:  :caldo:  :cappellino:  :ammicco:  :dimenticato:  :down: 
:up:  :fumo:  :adorazione:  :regole:  :P  :doc:  :nervoso:  :nono:  :cool:  :sguardo: 
:veggente:  :pericolo:  :petto:  :regalo:  :urlo:  :lol:  :ciao:  :)  :ko:  :tromba: 
:festa:  :vetro: 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.