Home / Materiale da Golf / Putters / Il mio test del Panther di Bputters con il Play&Share

Il mio test del Panther di Bputters con il Play&Share

Ciao a tutti amici di House of Golf, sono Giovanni Antonioli, prima di scrivere la mia recensione voglio ringraziare Antonio per avermi dato il privilegio di provare il suo Bputters Panther; l’ho davvero apprezzato.

Ebbene Antonio, mi devo confessare perché ho peccato… Ho assaggiato il frutto proibito.

Ho cominciato a giocare a golf circa 6 anni fa, ma solo da un anno sono diventato golf addicted. (Solo a titolo informativo sono anche un buon tennista) Ma partiamo.

Nell’attesa di ricevere il Panther ero un po’ scettico, in precedenza ho avuto solo due tipi di putter il Ping Anser ed il YES Callie (mio putter attuale).

Ho sempre preferito questo tipo di profilo, perché mi ispira sicurezza e tradizione. Ma una volta aperto il pacco mi sono dovuto ricredere.

Il Panther oltre ad essere bellissimo (molto più che in foto) ha queste forme arrotondate, morbide che danno una sensazione di assoluta tranquillità.

Passando al green la sensazione di tranquillità è rimasta.

Grazie agli elementi di puntamento, le righe laterali che sembrano proseguire fino alla buca ed il puntino centrale, mi hanno dato grandissimo fiducia.

Ho avuto la sensazione che i putt da 1m/1.5m erano impossibili da sbagliare. I colpi dentro queste distanze sono morbidissimi, quasi vellutati.

Dopo qualche colpo di prova (inizialmente ero parecchio corto) da distanze superiori ai 5m in su, ho apprezzato il suono che esce dal putter, un ping nitido che sembra dirti: -“bravo l’hai presa bene” (chi volesse può vedere il video in Instagram: #bputters).

Anche in questi casi le due righe di puntamento laterale sembrano disegnare dei binari sul green per mostrarti il percorso corretto fino alla buca.

Materiali, qualità di lavorazione e rifiniture sono eccezionali e giustificano il prezzo.

L’unico problema è: quale e come scegliere ?

E qui ho peccato un’altra volta. E se mi organizzassi un week-end verso Rimini e andassi a trovare Antonio direttamente in fabbrica?

… pppssstt non ditelo a mia moglie, grazie ancora Antonio, mi sono proprio divertito.

Oltre alle immagini vi lascio anche due video che ho girato con il Putters Panther all’opera 

 

  

A proposito Giovanni Antonioli

Ganto26

Leggi anche

Con Play&Share di Bputters ho provato il Panther

Ho avuto il piacere di essere il primo tester della splendida iniziativa organizzata da Bputters chiamata “play&share”.

Non ho le capacità tecniche di un clubmaker per analizzare ogni aspetto di un bastone da golf, ma i putter mi appassionano, ne ho diversi delle marche più prestigiose: Scotty Cameron, Miura, Vega, Taylormade e anche l’italianissimo Mati e penso di aver un certo feeling per giudicarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:chedicoafare:  :avvocato:  :cervello:  :pugnette:  :quoto:  :cart:  :bandiera:  :driver:  :ferro7:  :erba: 
:allenamento:  :applauso:  :auguri:  :baci:  :gogo:  :caldo:  :cappellino:  :ammicco:  :dimenticato:  :down: 
:up:  :fumo:  :adorazione:  :regole:  :P  :doc:  :nervoso:  :nono:  :cool:  :sguardo: 
:veggente:  :pericolo:  :petto:  :regalo:  :urlo:  :lol:  :ciao:  :)  :ko:  :tromba: 
:festa:  :vetro: 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.