Home / Archivio Tag: gioco corto

Archivio Tag: gioco corto

Giocare il Pitch con la corretta accelerazione del bastone

Pitch con la giusta accelerazione

Pitch con la giusta accelerazioneCOME GIOCARE CORRETTAMENTE UN PITCH CORTO

Nel pitch corto, le sole differenze da un colpo normale sono date dal grip, dalla posizione dei piedi, e da come distribuisci il peso sulle gambe.

Come si vede in figura 1, il peso è sulla gamba sinistra e lo stance è più stretto, ma leggermente aperto per permettere alle braccia di muoversi liberamente.

 

Leggi Tutto »

Aprite la faccia del sand wedge sulla sabbia morbida

Fiaccia aperta sulla sabbia

Fiaccia aperta sulla sabbiaLa sabbia morbida, polverosa, è spesso frustrante per molti giocatori di golf.

La faccia del bastone affonda troppo, prendendo molta sabbia e lanciando la pallina per una distanza troppo breve.

Il professionista Sam Drake ci da questo piccolo aiuto per uscire dai bunkers nel caso la sabbia sia molto morbida, asciutta.

Leggi Tutto »

Fa lo swing con un secchio pieno d’acqua

Uscire dul bunker

Uscire dul bunkerQuanta paura finire in un bunker per tanti giocatori! Anche se sono i nostri bunkers e non quelli di Carnoustie!

L'immaginazione aiuta molto ad uscire con costanza e facilità dai bunkers sia di fairway che di green.

Molti colpi dalla sabbia si sbagliano perché si affretta lo swing.

Leggi Tutto »

Lezioni di Chipping & Pitching

Chipping & Pitching

Chipping & PitchingApriamo uno dei più importanti capitoli che riguardano il gioco corto, ovvero quello del tiro da bordo green dalle prossimità del green.

La distanza determina la scelta del bastone per per il "chip".

Secondo Felice Torza, uno degli errori più comuni del giocatore inesperto è quello di usare sempre lo stesso bastone per effettuare un "chip" indipendentemente dalla distanza che bisogna coprire per raggiungere la bandiera. 

Leggi Tutto »

Vedere la palla in buca

Vedere la palla in buca

Vedere la palla in bucaRitornando a quanto detto nella prima lezione abbiamo trovato una bella immagine che esemplifica il concetto dell'americano Nick Chillemi, che suggerisce questo bell'esempio:

guardate ad un oggetto sul vostro tavolo, poi girate lo sguardo altrove e cercate di prendere l'oggetto seguendo l'immagine che vi siete fatti della sua posizione.

Leggi Tutto »
Yes No