Home / Tornei / Ryder Cup / IL FATTO: Ryder Cup 2022 e il golf fa discutere in italia…
The bus with children from Marco Simone Golf Club at Piazza Venezia in front of the Altar of Fatherlands during the Ryder Cup Trophy Tour in Rome, Italy, 13 September 2016, FIG/Riccardo Antimiani

IL FATTO: Ryder Cup 2022 e il golf fa discutere in italia…

La Ryder Cup 2022 si giocherà in Italia, questa era la frase sulla bocca di tutti i golfisti o almeno dei più attenti alle news sul loro sport preferito nel 2016, si perchè forse nemmeno tutti i giocatori di golf sanno di cosa si trattta…E’ trascorso più di un anno (14 dicembre 2015 data di assegnazione della Ryder Cup in Italia) dall’assegnazione ufficiale della Ryder Cup a Roma e il 9 Febbario 2017 arriva una conferenza stampa in fretta e furia indetta dalla Federazione Italiana Golf con il Presidente Chimenti e Paolo Montali (Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022) che correndo ai ripari spiegano i benefici di questo evento sportivo che potrebbe salutare l’Italia…

Le parole di Franco Chimenti, Presidente della FIG:

Non posso accettare questo attacco frontale, inammissibile e ingiusto. Porteremo avanti il Progetto Ryder Cup 2022, un evento irrinunciabile non solo per il golf, ma anche per tutto lo sport italiano. Non rinuncio a quello che ci siamo guadagnati superando candidature forti come quelle di Austria, Germania e soprattutto Spagna. Abbiamo chiesto la fideiussione del Governo, perché voluta dal Board della Ryder Cup Europe come fondo di garanzia, ma la Federazione non ha bisogno di quei soldi, essendo in grado di sopperire tranquillamente e andare avanti con le proprie forze. Abbiamo sempre lavorato con onestà e trasparenza e posso garantire che non ci saranno sperperi nell’organizzazione. Stiamo per firmare un accordo con l’advisor Infront per 41 milioni di euro e il resto arriverà per altre vie

A seguire anche Paolo Montali aggiunge delle precisazioni in merito al progetto Ryder Cup e snocciola numeri e probabili guadagni per lo Stato e per il Paese.

“Il Progetto ha una duplice valenza: sportiva ed economica ed assicura un forte impatto sociale con la creazione di migliaia di posti di lavoro e la difesa di tutte le figure professionali che operano nelle 413 strutture golfistiche italiane. Tutti gli eventi e i format legati alla Ryder Cup 2022 offriranno infatti opportunità di impiego per i giovani. L’effetto Ryder Cup ha già prodotto una crescita del turismo golfistico nel Paese con un aumento di circa il 20% dei green fee da giocatori stranieri.

Per quanto riguarda il ritorno economico per il Paese, KPMG Advisory ha elaborato una stima degli impatti diretti ed indiretti derivanti dall’organizzazione della Ryder Cup 2022 e degli eventi connessi nel periodo 2016-2027. Tale stima, che ammonta complessivamente a circa 513,4 mln di euro, risulta così suddivisa: 277,4 mln per impatti diretti legati all’incremento della domanda interna conseguente agli investimenti necessari per l’adeguamento delle infrastrutture, ai consumi dei soggetti coinvolti e alle spese di gestione dell’evento Ryder Cup e di tutte le manifestazioni collegate. Si stimano 236 mln circa per impatti indiretti, di cui circa 126,1 mln derivanti dall’aumento della domanda interna, circa 83,9 mln di euro per incremento del gettito fiscale, circa 26 mln di nuove entrate fiscali direttamente trattenute a titolo di imposta sui montepremi dei tornei. Sotto l’aspetto agonistico ci saranno grandi tornei internazionali nei prossimi dodici anni che coinvolgeranno tutto il territorio nazionale con 37 eventi principali: 12 Open d’Italia, 12 Open Senior Tour e 13 tornei del Challenge Tour e circa 60 gare del circuito internazionale Alps Tour per un totale di circa 97 manifestazioni sportive internazionali”.

Bellissime parole, tanti numeri e proiezioni che purtroppo arrivano troppo tardi…

Questa conferenza stampa, magari alla presenza dei telegiornali e di tutte le testate giornalistiche, si sarebbe dovuta tenere il giorno dopo l’assegnazione del torneo di golf che invece è passato in sordina su tutte le reti televisive e su molti quotidiani della carta stampata.

Nel corso dell’anno la Ryder Cup ha fatto parlare di se giusto nelle Club House dei circoli e nemmeno a tutti i golfisti interessava l’argomento, c’è chi era scettico, chi vedeva il 2022 ancora troppo lontano, chi non capiva quale evento l’Italia si era appena aggiudicata battendo la concorrenza del Portogallo o della Spagna che sull’onda del golf hanno rilanciato in parte il loro turismo in ingresso.

Trascorso un anno la Federazione ha fatto sicuramente troppo poco per far conoscere al grande pubblico il grande successo ottenuto dall’Italia aggiudicandosi questo evento.

Perchè non dire ai quattro venti che la fideiussione richiesta allo Stato è solo una garanzia che non verrà minimamente presa in considerazione perchè per il 2022 ci sarà la coda di sponsor che vorranno essere insieme all’Italia i partner della competizione di golf più importante al mondo ??

Molti di certo non avrebbero capito, molti sarebbero insorti accusando lo stato di regalare soldi ai golfisti al posto di aiutare i poveracci, illudendosi magari che quei 97 miliardi se non finiscono al golf finiscono per aiutare gli italiani….

Invece così muovendosi nell’ombra, facendo passare la fideiussione all’interno di decreti che nulla centrano con il golf o lo sport è successo un putiferio, il populismo si è schierato in gran completo contro il golf, il mondo dei social in questi giorni ha preso di mira il golf e i golfisti, tutti pronti a sparare contro i ricchi fancazzisti che possono permettersi di prendere a mazzate una pallina…

Perchè tanto l’etichetta di sport per nobili, aristocratici e snob il golf non se lo toglierà mai in questo paese dove tutti siamo sempre pronti a giudicare piuttosto che fare, siamo sempre pronti a parlare e remare contro piuttosto che rimboccarsi le maniche e trovare soluzioni per risollevare il paese, perchè la colpa è sempre degli altri…

Riusciremo ancora una volta a sprecare un’occasione per il nostro paese ?

Molto probabile, i tempi per dare la garanzia all’European Tour sono strettissimi, proveranno a chiedere una proroga magari fino al 28 di Febbario ma se le cose non dovessero migliorare, se la fidejussione non dovesse passare magari attraverso il Milleproroghe l’organizzazione della Ryder Cup senza tanti problemi farebbe dietrofront sull’assegnazione del torneo all’Italia richiamando ad esempio la Spagna (che economicamente non è messa di certo meglio di noi, ma queste occasioni non se le lascia sfuggire di certo…).

Leggendo i commenti sulle testate giornalistiche e sui Social Network si leggono commenti di ogni genere, però c’è da considerare che la Ryder Cup rispetto ad altre competizioni di grande livello e risonanza non richiede la costruzione di strutture che saranno poi abbandonate e lasciate fatiscenti come spesso richiedono le Olimpiadi (specie quelle invernali…).

I costi sostenuti sono per la maggior parte tutti privati, tutti coperti da sponsor, il ritorno che invece avrebbe il paese sarebbe pubblico, per tutti i cittadini, pensate un pò anche per quelli che non giocano a golf, che non sono ricchi e snob.

Con questo non voglio certo dire che il golf e la Ryder Cup faranno tornare l’Italia una potenza mondiale, non sarà di certo questo torneo di golf a risolvere lo stato di crisi del paese, ma di sicuro se non iniziamo a dire qualche SI ad eventi che possono rilanciare l’Italia, la visibilità del nostro paese e la promozione turistica del nostro territorio allora nel 2022 è probabile che le cose non saranno cambiate per nulla…

Mancano 2057 giorni alla Ryder Cup del 2022 che si giocherà al Golf Club Marco Simone di Roma, penso che sia opportuno chiudere questo insieme di opinioni e pensieri in merito a questo evento in modo positivo, come positivi sono Montali e Chimenti intervistati dalle testate di golf subito dopo la conferenza stampa.

La speranza e che l’evento sia confermato e che questo “caso” che per un attimo ha fatto parlare (male) del golf in Italia, possa dare idee e suggerimenti alla Federazione per capire che c’è da fare molto, che il 2022 è dietro l’angolo e che la promozione fatta nel primo anno non è praticamente servita a nulla.

Visto che poche righe sopra parlavo di non criticare sempre gli altri ma di tirarsi su le maniche, perchè noi golfisti che amiamo questo sport non cerchiamo di fare noi da sponsor (non pagante) per questo evento e cercare di comunicarlo a più gente possibile ?

A proposito HoG Staff

HoG Staff

Leggi anche

La Ryder Cup del 2022 in Italia sempre più vicina

Negli anni passati, aveva destato incredulità la notizia che vedeva l’Italia, e nello specifico Roma, …

Home Page Forum di golf IL FATTO: Ryder Cup 2022 e il golf fa discutere in italia…

Questo argomento contiene 118 risposte, ha 20 partecipanti, ed è stato aggiornato da Wedge60 wedge60 2 anni fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 119 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #9747
    HoG Staff
    HoG Staff
    Amministratore del forum
    • Offline
      • Messaggi:301
      • HoG D.O.P.
      Punti: 260

    La Ryder Cup 2022 si giocherà in Italia, questa era la frase sulla bocca di tutti i golfisti o almeno dei più attenti alle news sul loro sport preferi

    [Leggi l’articolo completo: http://www.houseofgolf.it/tornei/ryder-cup/il-fatto-ryder-cup-2022-e-il-golf-fa-discutere-in-italia/]

    #9748
    Wedge60
    wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1540
      • HoG D.O.P.
      Punti: 4.160

    La foto di quel pulmino che gira per Roma con sopra lo stampino Ryder Cup sembra quasi una presa in giro oggi alla luce di quanto capitato in questi giorni…

    Il golf ha finalmente trovato il modo di far parlare di se, purtroppo male, su qualche giornale online e qualche social network ma nei telegiornali nemmeno questa “notizia populista” ha trovato spazio.

    Ancora una volta nessun telegiornale ha parlato male del golf, forse questa volta dobbiamo ringraziarli perchè far conoscere il golf per queste vicende non aiuta di certo il nostro sport.

    Adesso abbiamo tempo fino al 13 Febbraio, anzi forse fino al 28 Febbraio se riusciamo a convincere il board Inglese che organizza l’evento.

    Ma le cose da fare sono molte, Chimenti parlava di capacità italiana di ottenere grandi cose, adesso dobbiamo ottenere la visibilità del golf in Italia missione impossibile ?

    #9749
    Wedge60
    wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1540
      • HoG D.O.P.
      Punti: 4.160

    Chimenti nella conferenza stampa parla anche di un aumento di giocatori, che concordo che ci possa essere non lo metto in dubbio…

    Ma bisogna lavorare per far conoscere il golf, bisogna lavorare per far diventare il golf più conosciuto poi se questo porterà il golf ad essere più praticato è un discorso diverso ma senza un lavoro di base di comunicazione e marketing l’aumento dei tesserati sarà un miraggio…

    #9750
    Wedge60
    wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1540
      • HoG D.O.P.
      Punti: 4.160

    Riporto un estratto dal sito del corriere.it

    Secondo lo studio di Kpmg, la Ryder in Italia genererebbe ricavi diretti e indiretti di oltre 480 milioni di euro, creerebbe oltre 5mila posti di lavoro e soltanto di tasse frutterebbe allo stato 109 milioni di euro (83 di oneri e 26 dai monte premi dei tornei).

    A Chaska, il paesotto del Minnesota dove si è giocato un anno fa, hanno guadagnato 70 milioni di dollari al netto degli 11,1 milioni di tasse pagate al comune di Minneapolis, allo stato del Minnesota e al governo federale.

    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da Wedge60 wedge60.
    #9774
    CoccoBill
    CoccoBill
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1156
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.550

    Ma bisogna lavorare per far conoscere il golf, bisogna lavorare per far diventare il golf più conosciuto poi se questo porterà il golf ad essere più praticato è un discorso diverso ma senza un lavoro di base di comunicazione e marketing l’aumento dei tesserati sarà un miraggio…

    Straquoto… peccato però che siano i club stessi a ‘snobbare’ le occasioni… Io collaboro da 8 anni con l’organizzazione di un evento pubblico – la ‘Festa dell’Acqua’ della locale azienda acqua – che nell’ultimo WE di Maggio apre l’impianto di trattamento acqua nel parco di Bettole. Ci sono stand di varie associazioni (tra cui il mio del CICAP), dimostrazioni e minitornei di diversi sport, dalla pallavolo alla mountain bike, che, oltre ad avere le spese vive pagate, beccano pure un contributo economico (per il mio stand CICAP 500€…). Fate conto che negli ultimi anni sono passate al parco tra le 8000 e le 10000 persone (al giorno, non in totale…).

    Non avrei problemi a far avere uno spazio anche al golf club dove sono iscritto, e lo ho proposto in segreteria… indovinate la risposta?

    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da CoccoBill CoccoBill.
    #9776
    Wedge60
    wedge60
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1540
      • HoG D.O.P.
      Punti: 4.160

    Dal 2008 porto avanti House of Golf che sicuramente è una goccia nel mare del web ma qualcuno sul sito in questi anni è passato di certo…

    Fin dall’inizio ho contattato i circoli chiedendogli di partecipare in modo GRATUITO su House of Golf per poter avere la loro visibilità perchè ero convinto e lo sono ancora ora che riunire in un’unica vetrina dove ci sono i giocatori di golf sia un’occasione importante per i circoli e per i giocatori risposte ottenute ? Praticamente nulla….

    Negli ultimi anni ho contattato qualche circolo chiedendogli invece dei soldi, anche se non sono stati molti quelli che hanno collaborato qualcuno si è fatto sentire, insomma gratis no a pagamento si….

    Evidentemente il nostro paese funziona al contrario, prima o poi anche i circoli capiranno che per funzionare devono APRIRSI e non chiudersi a riccio….

    #9796
    Alle_Uhr
    Alle_Uhr
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1192
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.385

    Gratis non eri credibile wedge!

    #9803
    Fugo
    Fugo
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:113
      • Bogey
      Punti: 0

    Dal 2008 porto avanti House of Golf che sicuramente è una goccia nel mare del web ma qualcuno sul sito in questi anni è passato di certo…

    Fin dall’inizio ho contattato i circoli chiedendogli di partecipare in modo GRATUITO su House of Golf per poter avere la loro visibilità perchè ero convinto e lo sono ancora ora che riunire in un’unica vetrina dove ci sono i giocatori di golf sia un’occasione importante per i circoli e per i giocatori risposte ottenute ? Praticamente nulla….

    Negli ultimi anni ho contattato qualche circolo chiedendogli invece dei soldi, anche se non sono stati molti quelli che hanno collaborato qualcuno si è fatto sentire, insomma gratis no a pagamento si….

    Evidentemente il nostro paese funziona al contrario, prima o poi anche i circoli capiranno che per funzionare devono APRIRSI e non chiudersi a riccio….

    Mi spiace dirlo ma è questo il golf in Italia. Vittima di un retaggio ottuso e obsoleto. Non avremo mai uno sviluppo di questo bellissimo sport per motivi che tutti in fondo sappiamo. Ma la cosa grave che alla maggior parte dei praticanti sta bene così.
    Alla maggior parte di chi gioca piace praticare un gioco ellittario e se ne vanta pure di pagare cifre astronomiche per Circoli esclusivi e fuori contesto. Spendere 97 milioni di Euro che il governo sta stanziando per la Ryder Cup è da pazzi. Non ne vale la pena perché il golf rimarrà sempre e comunque ad appannaggio di pochi. C’è un video che gira in Internet di un debuttato donna che lamenta questa cosa. Beh anche se non giudico la fazione politica, non mi frega nulla, ha ragione.
    Meglio spendere il denaro per aiutare le vittime del terremoto o per infrastrutture.
    Allo stato attuale il golf non merita nulla.
    Scusate ma la penso così…

    #9804
    Alle_Uhr
    Alle_Uhr
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1192
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.385

    Non la penso così, é una questione di smitizzare il leit motivo di uno sport che è storicamente stato ad appannaggio di pochi (vuoi mettere le sole spese di gestione di un campo da golf?) ed in Italia ancora di più che in altri paesi. In realtà ci sono altri sport più costosi che suscitano meno polemiche (tipo sciare), il fatto di vedere un tipo fighino e ben vestito a tirar palline su un prato ben rasato impressiona l’opinione generale. Con un marketing ben gestito si potrebbe fare molto di più. Certo è che se la federazione avesse proposto i numeri e le previsioni di guadagno meglio, non avrebbe fatto la figura dei soliti italiani a caccia di soldi da fregare alla comunità. Il fatto che non si siano mossi in questo modo modo può denotare due cose: 1) sapevano che era una bufala e pertanto cercavano solo di fare cassa al solito modo (ossia consapevoli di fregare il prossimo) e cercare di raccattare i soldi che servivano sotto banco, 2) oppure sono stati incapaci di far vedere le potenzialità di ritorno economico di un evento sportivo simile (ed in questo caso chi di dovere dovrebbe essere messo alla porta).

    Per come sta andando, l’effetto ottenuto è stato il primo, ed una persona con un po’di buon senso non può non pensare che ci sia la solita fregatura sotto, memore di quelle ottenute in manifestazioni simili ma di maggior richiamo nel nostro paese.

    Detto questo, proprio in virtù del fatto di essermi avvicinato da poco al golf (e quindi chiaramente non golfista), mi sento di dire che sarebbe qualcosa su cui scommettere per alimentare turismo e far avvicinare più persone a questo sport.

    #9806
    Mignuz
    Mignuz
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:708
      • HoG D.O.P.
      Punti: 1.615

     Ma la cosa grave che alla maggior parte dei praticanti sta bene così. Alla maggior parte di chi gioca piace praticare un gioco ellittario e se ne vanta pure di pagare cifre astronomiche per Circoli esclusivi e fuori contesto. 

    Non so dove vivi e dove giochi ma questa non è assolutamente la fotografia del golf di OGGI. Quelli di cui tu parli sono la minoranza e si stanno via via estinguendosi. Chiaro che il circolo “elitario” potrà sempre esserci, ma ci sono questi circoli anche in Scozia, dove però puoi giocare anche con 10 €..ma sono la minoranza.
    D’altronde scusami, anche per vedere una partita di calcio puoi spendere 20€ in curva o 400€ in poltronissima accanto al presidente, giusto?

     Spendere 97 milioni di Euro che il governo sta stanziando per la Ryder Cup è da pazzi. Non ne vale la pena perché il golf rimarrà sempre e comunque ad appannaggio di pochi. C’è un video che gira in Internet di un debuttato donna che lamenta questa cosa. Beh anche se non giudico la fazione politica, non mi frega nulla, ha ragione. Meglio spendere il denaro per aiutare le vittime del terremoto o per infrastrutture. Allo stato attuale il golf non merita nulla. Scusate ma la penso così…

    Niente, qui proprio non ce la facciamo.
    GARANZIA NON è UGUALE A SPENDERE.
    Garanzia vuol dire che se qualcosa va storto allora lo Stato interviene per coprire eventuali “buchi” fino ad un massimo di 97 milioni di euro.
    E una volta che dovesse pagare, si rivarrebbe sulla Federazione (cioè, noi… o qualcun altro che garantirà a sua volta per la federazione).
    Confido però che:
    a – vada tutto come deve andare (specie dopo questo clamore mediatico);
    b- i costi, come è ampiamente dimostrato dagli studi, saranno ampiamente COPERTI DAGLI SPONSOR.
    Lo stato solo in tasse etc. dovrebbe incassare più di 100 milioni di euro.
    La cosa che non sopporto è: “E I TERREMOTATI?”
    Ma cazzo, ovvio che lo stato DEVE spendere (non garantire) i soldi per i terremotati.
    Ma cosa c’entra con la garanzia da prestare?
    COSA C’ENTRA?
    E’ come se un tuo affidabilissimo amico ti dicesse: “senti, tra 1 anno posso organizzare una serata nella TUA discoteca dove SO che verranno 100 persone, ti porto un incasso che va dai 1.000 ai 5.000 euro, ti faccio una pubblicità della madonna che ti garantirà altrettanti incassi prima e dopo l’evento ma tu come proprietario della discoteca devi garantire che questo evento si farà, fornendo una garanzia di 500 euro, che verrà usata solo se qualcosa andrà storto”.
    E tu rispondessi: ” no perché quei 500 euro li devo usare adesso per pagare l’idraulico perché si è rotto il lavandino del bagno”
    Capisci che non ‘entra una benamata fava?
    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da Mignuz Paolo.
    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da Mignuz Paolo.
    #9809
    CoccoBill
    CoccoBill
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:1156
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.550

    Mignuz, 92 minuti di applausi…

    #9811
    Alby
    Alby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1229
      • HoG D.O.P.
      Punti: 3.030

    La cosa che non sopporto è: “E I TERREMOTATI?” Ma cazzo, ovvio che lo stato DEVE spendere (non garantire) i soldi per i terremotati. Ma cosa c’entra con la garanzia da prestare? COSA C’ENTRA?

    Grande MignuzAggiungerei che tutti quelli che gridano allo scandalo con il paragone “I TERREMOTATI” dovrebbero, per coerenza, chiedere l’annullamento  di:
    GP di Formula 1 a Monza (circa 20 milioni all’anno)
    campionati del  mondo di sci a Cortina (100 milioni in 5 anni)
    campionato di calcio di serie A (o almeno che sia intermente giocato a porte chiuse, i poliziotti impiegati nel servizio d’ordine potrebbero andare ad aiutare i terremotati)
    festival di Sanremo,
    ecc…. (ogni altra spesa che sia meno importate rispetto al dramma dei terremotati…)

    #9812
    Ar
    Ar
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:62
      • Double bogey
      Punti: 205

    Adoro l’ottimismo di Mignuz.

    …ma sono d’accordo che lo Stato DEVE aiutare i terremotati e che la garanzia per la Ryder non può e non deve essere considerata una spesa che impedisce allo Stato di occuparsene.

    #9813
    Fugo
    Fugo
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:113
      • Bogey
      Punti: 0

    Per me sei tu che non hai capito una fava, se ti informi meglio, vedrai che i 97 milioni a garanzia sono solo la punta dell’isberg. Riporto uno parte di articolo del fattoquotidiano:
    ““Non c’è che dire, l’hanno imboscato per bene”. Il commento è di uno dei tecnici di Montecitorio e descrive come meglio non potrebbe lo stanziamento da 60 milioni di euro di contributi pubblici che il governo ha inserito nella legge di Bilancio per l’organizzazione della Ryder Cup 2022. Attenzione: questa volta non si tratta di una garanzia, come i 97 milioni poi stralciati su indicazione del presidente della Commissione Bilancio della Camera Francesco Boccia. I 59,4 milioni sono soldi veri, presenti in un codicillo nascosto a dovere all’interno della finanziaria, nel calderone dei fondi destinati a “Giovani e sport”. Ma nel dettaglio delle tabelle previsionali del Ministero dell’Economia, una piccola nota di appena quattro righe prevede la “variazione di 5,4 milioni dal 2017 al 2027 per lo svolgimento della Ryder Cup“. Tradotto: il governo Renzi ha sborsato quasi 60 milioni per il torneo di golf più importante al mondo, che Roma ospiterà nel 2022 al Marco Simone Golf & Country Club di proprietà della famiglia Biagiotti.””

    E poi signori davvero vogliamo paragonare il calcio ( che non c’entra nulla come bacino d’utenza o contributi statali) con il golf?
    Per me, in questo particolare periodo, sentire parlare di tutti questi soldi, addirittura si parla che alla fine ne serviranno 150 milioni fa un po’ schifo.
    Ma anche se parlassimo di 20/30 milioni sarebbe assurdo. Se fossimo un paese florido dove tutto funziona e ci fosse ricchezza e benessere per tutti allora potrebbero stanziare anche 500 milioni e non sarebbe un problema.
    Ma siamo messi male, e il golf in Italia non può portare via tanto perché è un lusso che non ci si può permettere.
    Le olimpiadi di Torino 2006 hanno portato davvero tanto alla città, infrastrutture e molto turismo, chi abita a Torino lo sa il cambiamento che c’è stato. Bene a Roma c’era questa possibilità con le olimpiadi ma siamo riusciti a farcela scappare per pensieri assurdi di una persona inadeguata e manovrata. Ma sono le Olimpiadi.
    Poi pensate che volete, che il golf sta cambiando e presto sarà alla portata di tutti, che chi gioca a golf sia l’operaio o che sia giusto spendere tutti questi milioni per interessi che si vedono solo in parte.
    A me non piace e spero riescano a far saltare tutto. Anche se non credo. Voi godetevi lo spettacolo.

    #9814
    Alby
    Alby
    Moderatore
    • Offline
      • Messaggi:1229
      • HoG D.O.P.
      Punti: 3.030

    Ma siamo messi male, e il golf in Italia non può portare via tanto perché è un lusso che non ci si può permettere.

    Il problema è questo, la Ryder Cup non è un lusso, ma dovrebbe essere visto come un investimento per dare una spinta al turismo golfistico italiano. In Spagna (wedge si incazzerà se porto esempi stranieri…) nel 2015 hanno fatto 3.700.000 freen fee da parte di stranieri…

    A me non piace e spero riescano a far saltare tutto. Anche se non credo. Voi godetevi lo spettacolo.

    All’inizio non ero favorevole nemmeno io, ma ormai è stata assegnata e spero che riusciremo ad onorare gli impegni (è anche una questione di immagine, perché se in patria possiamo anche credere che nel caso la Ryder di Roma salti la figuraccia la faranno il Coni e la FIG, ma livello internazionale la figura barbina la farà l’Italia intera)

    L’investimento è elevato (ho espresso le mie opinioni nell’altra discussione) ma le obiezioni andavano fatte al tempo dell’assegnazione, non a giochi fatti

    • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da Alby Alby.
Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 119 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.