Home / Tornei / Ryder Cup / La Ryder Cup del 2022 in Italia sempre più vicina

La Ryder Cup del 2022 in Italia sempre più vicina

Negli anni passati, aveva destato incredulità la notizia che vedeva l’Italia, e nello specifico Roma, come possibile sede della Ryder Cup per l’edizione del 2022.

Quello che sembrava un sogno irrealizzabile, tuttavia, con il passare dei mesi ha assunto sempre di più i contorni del reale, sino alla ufficialità giunta alla fine del 2018. Cresce quindi l’attesa per ospitare quello che è il più importante ed affascinante torneo golfistico al mondo.

Ma cosa è la Ryder Cup e perché è importante per il nostro paese ospitare un torneo di tale portata?

Mentre per gli appassionati di golf la risposta a queste domande è scontata, per coloro che non seguono assiduamente questo magnifico sport non lo è affatto e oggi, pertanto, cercheremo di far comprendere anche ai meno esperti la grandezza di questo evento.

Cosa è la Ryder Cup?

The Ryder Cup Matches è un torneo di golf che viene disputato ogni due anni e che vede andare di scena i migliori giocatori di golf del pianeta. A darsi battaglia, da una parte, il Team Europeo e, dall’altra, quello Statunitense.

La prima edizione di questo antichissimo ed importantissimo torneo venne disputata nel lontano 1929 quando Samuel Ryder, un ricco mercante di spezie britannico, decise di sponsorizzare un torneo che avrebbe dovuto disputarsi tra i migliori golfisti britannici e statunitensi.

Per 50 anni le modalità di svolgimento della competizione sono rimaste praticamente immutate.

A partire dal 1979, tuttavia, la competizione ha assunto connotati continentali, permettendo a tutti i golfisti europei di prendervi parte. Da quel momento, l’interesse nei confronti di questa competizione è letteralmente schizzato alle stelle e, ad oggi, come raccontato anche da Il Corriere dello Sport, la Ryder Cup è la terza competizione sportiva più seguita al mondo, subito dopo le Olimpiadi ed i Mondiali di calcio.

Un dato impressionante, probabilmente sorprendente per la maggior parte degli appassionati di sport italiani, che però ci aiuta a comprendere perché sia così importante che l’edizione del 2022 venga disputata proprio in Italia.

A difendere i colori azzurri, già nella prossima edizione che si disputerà nel 2020 negli Stati Uniti, ci sarà sicuramente Francesco Molinari che, tra i favoriti assoluti di Betfair per la vittoria del prossimo US Open, da diversi anni riesce ad attestarsi come uno dei migliori golfisti al mondo.

Un’occasione unica per il nostro paese

Come avviene per tutte le manifestazioni sportive più importanti, l’arrivo in Italia della Ryder Cup potrebbe essere un trampolino di lancio per tutto il movimento golfistico azzurro.

L’eccezionalità della scelta di Roma è testimoniata dal fatto che in ben 90 anni di storia, questa sarà la terza volta che la Ryder verrà disputata fuori dalla Gran Bretagna.

Mentre in Inghilterra, Scozia ed Irlanda il golf è considerato uno sport maggiore, e trattato come tale, in Italia questo magnifico sport è ancora poco conosciuto e la Ryder potrebbe rappresentare l’anno zero per il nostro movimento che, nonostante i recenti successi dei fratelli Molinari e di Manassero, è ancora troppo indietro rispetto agli altri paesi europei.

L’attesa attorno a questo evento cresce e le speranza è che, anche nell’edizione italiana, i nostri golfisti possano contribuire a portare al successo il team europeo, reduce da sette vittorie nelle ultime 10 competizioni.

Il tempo, ad ogni buon conto, non manca e la Federazione dovrà essere brava a pubblicizzare questo evento di portata planetaria ed a far avvicinare le nuove generazione al golf, sport che per mille ragioni merita il dovuto rispetto.

Non sfruttare questa grande occasione sarebbe un vero peccato per la Federazione Italiana Golf e per il tutto il movimento golfistico italiano, per far diventare anche nel nostro stato questo splendido gioco uno sport praticato da molte più persone.

A proposito HoG Staff

HoG Staff

Leggi anche

30 maggio Gardagolf 2nd Junior Road To The 2022 Ryder Cup

Il 30 maggio 2018, presso il Gardagolf sede dl 75° Open d’Italia, si disputerà la …

Home Page Forum di golf La Ryder Cup del 2022 in Italia sempre più vicina

Questo argomento contiene 6 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da MM MM 2 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #30799
    HoG Staff
    HoG Staff
    Amministratore del forum
    • Offline
      • Messaggi:300
      • HoG D.O.P.
      Punti: 260

    Negli anni passati, aveva destato incredulità la notizia che vedeva l’Italia, e nello specifico Roma, come possibile sede della Ryder Cup per l’edizio

    [Leggi l’articolo completo: La Ryder Cup del 2022 in Italia sempre più vicina]

    #30869
    Mikenet
    mikenet
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:180
      • Bogey
      Punti: 520

    Nel frattempo, la società “Ryder Cup Europe LLP” a cui fà capo l’organizazione della manifestazione, ha costituito una commissione apposita per studiare le possibilità di crescita dell’evento “Ryder Cup” attraverso lo sfruttamento di immagine e del brand stesso.

    https://www.rydercup.com/news-media/europe/european-tour-unveils-influential-ryder-cup-committee

    per chi non ha tempo/voglia di leggere l’articolo, riporto quì sotto alcuni passaggi dell’articolo:

    “….un rapporto compilato da ricercatori dello Sport Industry Research Center dell’Università di Sheffield Hallam e pubblicato all’inizio di questo mese, ha rilevato che la Ryder Cup ha incrementato l’attività economica in Francia di circa 235,7 milioni di euro….”

    “…Utilizzando la loro esperienza da tutti i settori dello sport e del business, il Comitato Ryder Cup cercherà di costruire su queste solide basi esplorando le opportunità di crescita dei profitti e dei profitti dalla Coppa Ryder 2022 in Italia e oltre…..”

    “…Il presidente del Tour europeo David Williams ha dichiarato: “Il successo della Ryder Cup 2018 in Francia ha dimostrato l’appeal globale della Ryder Cup moderna, ma rimane un potenziale di crescita significativo. Questo Comitato esaminerà i modi per ottimizzarlo, proteggendo allo stesso tempo il ricco patrimonio dell’evento….”

    “…Un record di 270.000 fan accorsi a Le Golf National alla periferia di Parigi lo scorso settembre…”

    “…Lontano da Le Golf National, l’interesse è stato altrettanto intenso con l’incontro di tre giorni trasmesso su oltre 40 reti televisive globali per un totale di circa 620 milioni di famiglie. Ci sono stati anche oltre 22 miliardi di interventi sui social media in tutta la settimana, il più alto nella storia dell’evento….”

     

     

    #30870
    Mikenet
    mikenet
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:180
      • Bogey
      Punti: 520

    i passaggi sopra riportati mi servono per fare alcuni commenti:

    tutto il mondo, sia quello golfistico/sportivo che quello businness oriented, sà che questa è un’occasione da non perdere….anzi…da sfruttare il più possibile…

    ma perchè noi ita”g”liani dobbiamo sempre rovinare tutto con il nostro modo di fare da “peracottai”?

    Io vivo molto lontano da Roma, quindi non subisco i riflessi diretti della preparazione all’evento, ma mi sembra che la federazione non stia facendo molto per dare visibilità alla competizione.

    La nostra paura che il magna-magna prevalga sulla buona riuscita di questa opportunità è sì verosimile, ma cavolo così però non si muoverà più niente.

     

    p.s.

    settimana scorsa Andrea Pavan ha vinto il BMW International Open in Germania (quindi l’Open tedesco)

    non una parola sulla stampa……o sbaglio??

    ma questa federazione, che tante arie si dà, ma quale peso ha poi nel mondo dell’informazione?

    nessuna? quindi con tutti i soldi che gestisce non conta un benemerito cxxxxo?

    rimango sempre più allibito

    • Questa risposta è stata modificata 3 mesi, 3 settimane fa da Mikenet mikenet.
    #31115
    Ludo79
    Ludo79
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:186
      • Bogey
      Punti: 550
    #31122
    ELFRER
    ELFRER
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:799
      • HoG D.O.P.
      Punti: 2.730

    La differenza con la faglia di Sant’Andrea è che noi si conosce la data. 

    #31124
    TST75
    TST75
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:162
      • Bogey
      Punti: 640

    https://it.businessinsider.com/abbaimo-il-golf-niente-eventi-in-italia-fino-al-2033-lassurda-clausola-della-ryder-cup-2022/?ref=fbpr

    Mi sembra un po’ fuorviante quanto scritto. Prima di legge che l’Italia non potrebbe ospitare eventi che “mettano in ombra” (che poi essendo un giudizio e non un dato oggettivo, chissà cosa può saltar fuori!) la ryder cup e poi invece si legge che son 12 mesi prima e 12 mesi dopo l’evento.

    Oltre al fatto che mi pare una clausola un po’ campata per aria e per sollevare un polverone a vuoto. Possibile che al CONI siano stati così miopi e disattenti da condidarsi e vincere per le olimpiedi invernali del 2026 sapendo di questa clausola? Sperando che come bambini che hanno fatto una marachella non vengano scoperti?

     

    Mah, son molto scettico su quanto scritto nei termini usati.

     

    #31144
    MM
    MM
    Partecipante
    • Offline
      • Messaggi:182
      • Bogey
      Punti: 525

    Ciao a tutti. Di tutte le perplessità, più che lecite, legate alla Ryder 2022 questa mi sembra abbastanza campata in aria. Primo perchè viene menzionato un contratto “visionato in esclusiva da noi” di cui però viene riportato solamente un piccolo estratto, secondo perchè da nessuna parte, da quanto si può leggere, è scritto che il Paese ospitante non debba organizzare altri eventi sportivi. Forse che l’articolo citato si riferisca  solamente ad altri eventi di golf? Forse che si tratti del non ospitare altri grandi eventi sportivi nella stessa città? (in questo caso in effetti la candidatura per la manifestazione dei cavalli sarebbe quanto meno avventata. Ma a sto punto, dopo tutte le polemiche sulla Ryder, perchè questo evento di equitazione avrebbe senso mentre il golf no? Non conosco l’ambiente dei cavalli ed i costi/ritorni ecc. ma sicuro il golf è più seguito dell’equitazione, per quanto come sappiamo il nostro sport non goda di gran seguito in Italia).

    Mi sembra quanto meno improbabile che la nazione in cui si gioca la Ryder non possa ospitare le Olimpiadi invernali 4 anni dopo, credo che verificando le passate edizioni si possa trovare più di una conferma che non è così.

    Detto questo le perplessità legate alla Ryder romana rimangono tutte e gli argomenti su cui continuare a porre l’attenzione non mancano sicuro, quindi articolo poco sensato, secondo me.

Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.