Home / Tornei / The Master / US Masters Augusta – Green Jacket il mito

US Masters Augusta – Green Jacket il mito

Se parilaimo di Green Jacket, il pensiero ovviamente non può che andare subito al The Master di Augusta, non è solo un torneo di golf come tutti gli altri, ma un torneo completamente differente carico di storia e di mito, valori che pesano notevolmente sui giocatori che hanno l’onore di disputare questa competizione.

Tra tutte le tradizioni, una delle più famose è sicuramente la mitica Green Jacket, un privilegio che possono indossare solo i vincitori del torneo.

La storia della Giacca Verde del golf parte dal lontano 1937, la giacca fu comprata dalla Brooks Uniform Company di New York City e i Soci del Circolo devono comprarla ed indossarla durante la disputa del Masters per farsi riconoscere come fonte di informazione dagli ospiti.

All’inizio i Soci non furono entusiasti di indossare la giacca verde perché era troppo calda e così qualche anno dopo una giacca verde più leggera fu disponibile nel pro shop del Circolo.

Da qui seguì poi l’idea di far diventare la giacca un “premio” insieme alla carica di socio onorario e al ricamo del nome nell’interno, il primo a riceverla fu Sam Snead nel 1949 ma la giacca è stata successivamente donata anche ai vincitori degli anni precedenti.

La giacca ha un petto solo ed è a 3 bottoni, il tessuto è ricavato da 3 yards di lana tropicale e poliestere, il colore esatto è il “Masters Green” ed è adornata dal logo del Circolo vicino alla tasca sinistra. Il logo appare anche nei bottoni.

La tradizione vuole che il vincitore porti con sé la giacca verde per un anno riportandola al Circolo quando ritorna l’anno seguente. La giacca viene dopo di che custodita nel Circolo e disponibile per il giocatore qualora dovesse ritornare al Circolo.

Quando si è prossimi alla conclusione del torneo varie taglie di giacche verdi vengono selezionate sulle misure del probabile vincitore che in seguito si fa prendere le misure esatte al pro shop in modo che la sua giacca venga fatta su misura. Un giocatore che dovesse vincere il torneo più volte ha una sola giacca a meno che la sua taglia non cambi drasticamente.

A torneo “terminato” viene ricamato il nome all’interno di quella che più si avvicina alla taglia del giocatore e sarà quella utilizzata per la vestizione durante la premiazione del The Masters.

Il fatto che la giacca non sia della taglia esatta del vincitore crea dei simpatici aneddoti, come quello della Green Jacket donata a Snead nel 1952 che aveva le maniche leggermente corte o ancora quella data a Jack Nicklaus nel 1963 che era molto più grande della sua taglia.

Dopo la cerimonia ovviamente la giacca viene fornita successivamente nella taglia giusta fino all’anno successivo, anno in cui il vincitore passato dovrà riconsegnarla all’Augusta.

Quest’anno chi si farà “vestire” dal vincitore dello scorso anno ?

Se invece il vincitore del torneo fosse lo stesso dell’anno precedente, chi durante la cerimonia della vestizione aiuterebbe il vincitore ad indossare la giacca ?

Nella storia del The Masters è capitato per tre volte:

Jack Nicklaus 1965-1966
Nick Faldo 1989-1990
Tiger Woods 2001-2002

Per la vestizione in caso di past winner che si ripete, la tradizione dell’Augusta prevede che il presidente dell’Augusta National porga la giacca verde al vincitore come nel caso di Tiger Woods, nel 2002, non essendoci evidentemente un precedente vincitore l’onore di vestire il campione spetta al presidente come si vede dall’immagine.

Le dicerie e le leggende su questo torneo e sulla giacca verde sono molte, ad esempio sempre in merito al vincitore per due anni di fila del The Master sembra che uno dei tre giocatori citati precedentemente durante la seconda premiazione la giacca se la sia messa da solo…. (sarà Nick Faldo ?!?! ).

Mentre altra voce è quella che attribuirebbe un ritrovamento nella casa di Severiano Ballesteros di una giacca verde mai restituita.

Anche Gary Player nella sua gioia della vittoria ha dimenticato la giacca verde nella sua casa in Sud Africa mentre per Henry Picard la giacca verde è rimasta nel suo armadio per diversi anni prima di andare in mostra al Canterbury Golf Club di Beachwood, Ohio , dove è stato maestro del circolo per molti anni.

Voci o realtà, il fascino della Green Jacket provoca anche questo sui vincitori del The Masters.

Con la vittoria del torneo, ogni giocatore diventa membro onorario del club e sono tenuti ad indossare la giacca verde ogni volta che frequentano nuovamente il circolo.

A proposito HoG Staff

HoG Staff

Leggi anche

Il Masters Club una tradizione dal 1952 riservata a pochi eletti

Quando parliamo di Master di Augusta, non possiamo non citare il Masters Club, una tradizione …

Home Page Forum di golf US Masters Augusta – Green Jacket il mito

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da HoG Staff HoG Staff 1 anno, 1 mese fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.