Home / Tornei / Tornei di Golf / Golf, Campionato PGAI: Massimo Scarpa prende il largo

La seconda giornata del 32° PGAI Championship, che si sta svolgendo sull'impegnativo percorso del Golf Club Margara, è stata caratterizzata dalla splendida prova del veneziano Massimo Scarpa che con un giro impeccabile in 64 colpi e lo score di 135 (71 64), nove sotto par, si è portato al comando con due lunghezze di vantaggio sul piemontese Alessandro Tadini (137 - 68 69).

Ha recuperato dieci posizioni Emanuele Canonica, terzo con 138 (71 67) insieme a Emmanuele Lattanzi (67 71), leader dopo il primo turno, e al giovane sorprendente padovano Francesco Parisella (69 69), che mostra di non soffrire affatto l'aria rarefarra dell'alta classifica.

Golf, Campionato PGAI: Massimo Scarpa prende il largo

La seconda giornata del 32° PGAI Championship, che si sta svolgendo sull’impegnativo percorso del Golf Club Margara, è stata caratterizzata dalla splendida prova del veneziano Massimo Scarpa che con un giro impeccabile in 64 colpi e lo score di 135 (71 64), nove sotto par, si è portato al comando con due lunghezze di vantaggio sul piemontese Alessandro Tadini (137 – 68 69).

Ha recuperato dieci posizioni Emanuele Canonica, terzo con 138 (71 67) insieme a Emmanuele Lattanzi (67 71), leader dopo il primo turno, e al giovane sorprendente padovano Francesco Parisella (69 69), che mostra di non soffrire affatto l’aria rarefarra dell’alta classifica.

 

Recupero importante anche quello di Gregory Molteni, 6° con 139 grazie a un bel 67, e passo avanti di Costantino Rocca, autore di un 70, da 13° a settimo con 141 alla pari con il giovane Matteo Delpodio e con l’inglese Duncan Muscroft, che per la sua esperienza internazionale è sempre da temere.

La presenza di giocatori stranieri in un campionato nazionale è pertinente, perché il torneo è aperto a tutti i pro iscritti all’associazione PGAI, anche non italiani, purché lavorino in Italia. Non ha tenuto il ritmo Luis Gallardo, scivolato al 18° posto con 146: lo spagnolo nel primo turno ha realizzato una “hole in one” (buca 4, par 3, metri 139 con un rescue). Sembra aver perso ogni possibilità di riconfermarsi campione il lombardo Marco Crespi, 20° con 146.

Scarpa, uno dei pochissimi giocatori italiani ad aver vinto nell’European Tour, ha realizzato ben due eagle (alla buca 2, par 4 di 382 metri ha imbucato il secondo colpo) e cinque birdie a fronte di un bogey per il 64. Regolari Tadini e Parisella, identico score di 69 e identico cammino con quattro birdie e un bogey. Lattanzi è andato benissimo nella prima parte del tracciato (parziale di 33 con quattro birdie e un bogey), mentre nella seconda ha incontrato due bogey (parziale di 38). Un solo errore nel 67 di Canonica (bogey alla 4) e bel gioco per 17 buche con cinque birdie.

Il taglio, caduto a 150, ha lasciato in gara 58 giocatori che si contenderanno nei due giri finali il montepremi di 60.000 euro dei quali 10.000 andranno al vincitore.

Numerosi e prestigiosi gli sponsor della manifestazione. Hanno dato il loro sostegno Volkswagen,attraverso Genova Piave Motori, Francorosso Tour Operator internazionale, Intergolf importatore delle principali marche di attrezzature da golf, Best Western Premier con l’Hotel Cappello d’Oro di Bergamo, Idealprati, azienda di progettazione e costruzione di campi da golf, Global Relax, azienda produttrice di poltone massaggio/relax, Argenteria Arval di Luciano Sacco, Fast, azienda bergamasca il cui marchio è legato all’associazione “Un birdie per la vita” sostenuta da Costantino Rocca, e Intesa SanPaolo Private Banking. Cosponsor e fornitori sono Actis, Agec, Botticelli, Herbatech, Impresa Fino, John Deere, Records e Torchio. Patrocinio della Regione Piemonte.

La classifica: 1° Massimo Scarpa 135 (71 64) 2° Alessandro Tadini 137 (68 69) 3° Francesco Parisella, Emmanuele Lattanzi, Emanuele Canonica 138 6° Gregory Molteni 139 7° Costantino Rocca, Matteo Delpodio, Duncan Muscroft 141, 10° Alessandro Napoleoni, Fernando Pasqualucci 142 12° Andrea Zanini, Giorgio Grillo, Gianluca Pietrobono, Giuseppe Calì, Nicola Maetsroni 143 17° Marcello Santi, Andrea Zani, Andrea Signor 144.

A proposito HoG Staff

HoG Staff

Leggi anche

PGA Tour Arnold Palmer Invitational – Putt caldo, Hole in One e Francesco Molinari si porta a casa il torneo

Francesco Molinari riparte come aveva finito il 2018 vincendo tutto, il torinese si è aggiudicato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:chedicoafare:  :avvocato:  :cervello:  :pugnette:  :quoto:  :cart:  :bandiera:  :driver:  :ferro7:  :erba: 
:allenamento:  :applauso:  :auguri:  :baci:  :gogo:  :caldo:  :cappellino:  :ammicco:  :dimenticato:  :down: 
:up:  :fumo:  :adorazione:  :regole:  :P  :doc:  :nervoso:  :nono:  :cool:  :sguardo: 
:veggente:  :pericolo:  :petto:  :regalo:  :urlo:  :lol:  :ciao:  :)  :ko:  :tromba: 
:festa:  :vetro: